I 7 migliori acquari per pesci del 2022

Allestire un acquario e prendersi cura dei pesci è un compito molto piacevole e rilassante, che richiede tempo e dedizione.

Ti innamorerai delle incredibili creature che abitano gli ambienti marini e lacustri e potrai imparare molto sulla loro vita.

Potrebbe persino diventare un hobby da coltivare negli anni.

Ma per creare il miglior acquario per pesci avrai bisogno di alcune attrezzature, dovrai fornire cibo adeguato e vario ai piccoli ospiti e fare una manutenzione periodica.

Questo articolo è stato aggiornato nel giugno 2022 con nuovi contenuti e con le ultimissime novità disponibili sul mercato.

Perché dovresti fidarti di noi

Le nostre recensioni di prodotti e servizi sono formulate unicamente sulla base di ricerche scientifiche e test condotti da veri esperti di settore.

Non riceviamo compensi da sponsorizzazioni o accordi pubblicitari, tuttavia puoi scegliere di sostenere il nostro lavoro cliccando sui link che talvolta troverai all’interno degli articoli.

Per te non ci sarà alcun costo extra, ma questo tuo gesto ci permetterà di ricevere una piccola commissione grazie alla quale potremo continuare a svolgere il nostro lavoro in modo obiettivo, indipendente e al servizio dei nostri stimati lettori.

Come scegliere il acquario per pesci

Acquistare un acquario non è così facile come sembra. Ci sono così tanti tipi, dimensioni e materiali che è abbastanza complesso orientarsi fra le offerte della vendita online.

miglior acquario per pesci

Ecco perché prima di addentrarti nel mondo sottomarino degli acquari, è utile prendere in esame alcuni aspetti.

1. Acqua dolce o acqua salata

Sappiamo bene che ci sono pesci che vivono in un ambiente marino e pesci che invece hanno il loro ambiente naturali nei fiumi e nei laghi.

Allo stesso modo, puoi scegliere di allestire un acquario di acqua salata o dolce.

L’acquario d’acqua dolce è il più comune, perché lo puoi semplicemente riempire con l’acqua del rubinetto. Richiede anche meno manutenzione e tecnologia.

Vuoi invece orientarti a un acquario di acqua salata? Sappi allora che hai bisogno di un po’ più di esperienza per poterlo gestire e dovrai sottoporlo a una maggiore manutenzione.

2. Numero di pesci

Indipendentemente dal tipo di ecosistema, la regola generale è che più pesci vuoi avere, più grande dovrebbe essere l’acquario. Tuttavia, vale la pena ricordare che le dimensioni dell’acquario da sole non sono sufficienti per determinare la quantità di pesci consentita. Questo perché la disponibilità di ossigeno dipende anche dalla superficie.

pesce-all-interno-di-un-acquario

Quindi, se vuoi avere un gran numero di animali, opta per modelli una struttura più ampia rispetto a quello convenzionale, senza dimenticare di conoscere le specifiche esigenze dei tuoi piccoli amici.

3. Origine dei pesci

La temperatura dell’acqua influenza la disponibilità di ossigeno nell’acquario. Pertanto, per sapere che tipo di acqua mettere e qual è la temperatura ideale, è fondamentale conoscere l’origine degli animali.

In questo senso, tieni presente che ogni specie potrebbe aver bisogno di una diversa quantità di ossigeno e di anidride carbonica. Ad esempio, i pesci d’acqua fredda ne consumano di più rispetto a quelli d’acqua calda, poiché le basse temperature trattengono più ossigeno.

Tuttavia, questo non è sempre vero.

In caso di dubbio, l’opzione migliore è parlare con un esperto e scoprire di quale ambiente hanno bisogno i tuoi pesci. In questo modo garantirai le migliori condizioni ai tuoi compagni di pinne.

4. Esigenze dei pesci

I vari tipi di pesci che possono popolare il tuo acquario hanno ciascuna delle esigenze specifiche. È importante conoscerle, per poter creare un ecosistema in perfetta armonia.

Oltre al consumo di ossigeno, le differenze principali riguardano la socialità e il funzionamento del metabolismo.

pesce-interno-di-un-acquario

I pesci rossi, ad esempio, vivono bene in compagnia e sono famosi per rendere l’acqua molto sporca. Pertanto, non dovrebbero mai essere collocati in acquari di piccole dimensioni.

I Betta sono invece pesci solitari e più “puliti”. Quindi sono i classici pesci per acquario piccolo di acqua dolce.

5. Dimensioni

Gli acquari di marca sono disponibili in diverse dimensioni. Ecco perché è importante prestare molta attenzione alla quantità di spazio che hai in casa. Tieni presente anche lo spazio necessario per la manutenzione. Assicurati anche di sapere sempre di cosa avranno bisogno i tuoi pesci o altri animali per vivere nella tua vasca.

Sei un principiante e non hai molta esperienza con gli acquari?

Quindi è saggio iniziare con un grande acquario con pompa, sistema di filtraggio e illuminazione a led, che ti garantisce un basso consumo energetico.

Gli acquari completi di dimensioni generose rimangono più stabili in termini di valori dell’acqua e richiedono meno manutenzione. I piccoli acquari sono più adatti per utenti esperti e sono ideali per piccoli interni. Un modello piccolo ha spesso bisogno di una notevole manutenzione, soprattutto se si tratta di un acquario tropicale.

6. Materiali

Gli acquari e le bocce per pesci sono disponibili in due tipi di materiale, ovvero vetro e plastica. Entrambi i materiali presentano vantaggi e svantaggi.

  • Acquario in vetro

Vantaggi:

  • non distorcono la visione interna
  • è pratico per i principianti
  • è meno soggetto ai graffi

Svantaggi:

In genere è più costoso.

  • Acquario in plastica

Vantaggi:

  • è facile da pulire
  • non ha spigoli vivi
  • è più economico

Svantaggi:

Si graffia più facilmente.


I migliori acquari per pesci

Un acquario è un grande contenitore d’acqua trasparente in cui vivono in cattività pesci e vari tipi di flora e fauna.

Se ti stai accostando per la prima volta a questo affascinante mondo, sappi che gli inizi possono non essere così tanto facili.

Ogni tipo di pesce ha bisogno di qualcosa di diverso, a cominciare dall’acqua: dev’essere dolce o salata?

Un altro aspetto importante è calcolare lo spazio vitale che ciascuno di loro ha bisogno per potersi muovere liberamente.

Anche la decorazione ha un ruolo primario. Proprio come nell’habitat naturale, al pesce piace nuotare tra le alghe, i coralli, le rocce…

Puoi creare l’allestimento che ti piace di più, scegliendo degli accessori classici o di tendenza.

Qui di seguito ti presentiamo i migliori acquari per pesci:

1. Acquario per pesci LED Tetra Starter Line

La sfida più difficile che deve affrontare un neofita è riuscire a combinare tutti gli accessori necessari al corretto funzionamento dell’acquario.

Per evitare spese inutili e magari trovarsi una struttura che non funziona in modo adeguato, la cosa migliore è acquistare un modello già completo di tutto. E una volta diventato esperto avrai poi modo di creare un habitat altamente personalizzato.

Disponibile con una capacità di 54, 80 e 105 litri, ha una struttura robusta e, grazie ai pannelli di 4 mm in vetro float garantisce una visione dell’ambiente interno senza distorsioni. C’è anche un pratico sportello per alimentare i pesci senza dover togliere il coperchio.

È dotato di lampada led a basso consumo del filtro Tetra EasyCrystal, progettato per mantenere l’acqua sempre perfettamente cristallina. La sostituzione delle cartucce è facile non bisogna neanche bagnarsi le mani.

Pro

  • Ha un pratico sportello per l’alimentazione dei pesci
  • Viene fornito un filtro di ricambio extra
  • La visione interna è priva di distorsioni

Contro

  • Il filtro è un po’ rumoroso

2. Acquario per pesci Tetra AquaArt Discovery Line

Non sempre si ha a disposizione un ampio spazio da dedicare all’acquario. Ma non si vuole neppure rinunciare a posizionarne uno in soggiorno: è un tocco di design elegante e naturale e ti consente di fare delle osservazioni interessanti stando seduto comodamente sul divano.

In questo caso la struttura ha una capacità pari a trenta litri e una dimensione ultra compatta di 39,5 x 28 x 43 centimetri.

Il vetro float ha uno spessore di 4 mm e ti garantisce una visione perfettamente nitida dell’interno, senza alcuna distorsione. Attraverso le ampie aperture è possibile nutrire agevolmente i pesci e, se necessario, accedere alle varie attrezzature.

L’acqua viene mantenuta sempre pulita dal sistema di filtrazione EasyCrystal. Vengono fornite due cartucce sostitutive.

La luce led a basso consumo ha una durata di circa cinquantamila ore e può funzionare in modalità notturna o diurna.

Pro

  • Dimensioni compatte
  • Luce led a basso consumo
  • Efficiente sistema di filtrazione

Contro

  • Il coperchio è delicato

3. Acquario per pesci Aqua 20 Askoll

A volte, per iniziare, non si vuole fare un notevole investimento. Anche perché non si è sicuro che la passione per i pesci aumenterà con il passare del tempo oppure si affievolirà piano piano, fino alla totale indifferenza.

La cosa migliore è quindi partire con un modello basic da 17 litri, ideale per accogliere i pesci rossi. È progettato con un impianto di illuminazione a nove led, che ha una soddisfacente resa luminosa e garantisce un basso consumo energetico.

Nella confezione è presente anche un filtro che consente di mantenere l’acqua priva di impurità e cristallina: ideale per mantenere in perfetta salute i tuoi piccoli ospiti.

La struttura misura 40 x 20 x 26 centimetri.

Pro

  • Ha un prezzo interessante
  • Include luci e filtro
  • Consuma poca energia

Contro

  • Non ha un’estetica particolarmente curata

4. Acquario per pesci completo con illuminazione a LED – Nobleza

Un acquario ha anche la capacità di rilassare, di far volare lontano la mente stimolando il pensiero creativo…

Perché allora nn posizionarne uno sulla scrivania? Dev’essere però ultra compatto, facile da installare, bello da vedere e di manutenzione ridotta al minimo.

Iniziamo con la manutenzione. La portata della pompa è di 250 litri all’ora e il sistema di filtraggio in cotone non si limita a pulire l’acqua ma apporta anche prezioso ossigeno, indispensabile alla vita sana di flora e fauna all’interno della struttura.

L’illuminazione è affidata a una striscia led a basso consumo con una potenza di 3,5 W. Fornisce una miscela di luce rossa, blu e bianca che non altera il colore dei pesci e favorisce lo sviluppo delle piante.

La struttura ha una capacità di 7 litri.

Pro

  • Ideale per la scrivania o uno scaffale
  • La lampada led stimola la crescita delle piante
  • Il consumo energetico è molto contenuto

Contro

  • La pulizia non è facilissima

5. Acquario in vetro per pesci – Nobleza

Il risparmio energetico è molto importante in un acquario, perché alcune componenti come le luci e il sistema di filtraggio funzionano diverse ore del giorno e della notte.

In questo piccolo modello da 7 litri sono presenti due interruttori, di cui uno per l’illuminazione a led e l’altro per la pompa: hai così la possibilità di attivare o disattivare i due impianti in base alle tue esigenze.

Il filtro in cotone non solo rimuove le impurità ma apporta anche ossigeno, indispensabile per mantenere in perfetto equilibrio l’habitat interno.

La pompa ha una potenza di 250 litri all’ora ed è presente un tubo dell’aria per incrementare l’aerazione nel caso sia necessario.

Pro

  • Il vetro ricurvo offre una visione panoramica
  • Apporta ossigeno
  • Illuminazione e pompa hanno un interruttore separato

Contro

  • Il sistema di pompaggio è sovradimensionato

6. Acquario per pesci in vetro – ONE

L’arrivo dell’acquario può scatenare la frenesia dell’acquisto degli accessori per non farlo sembrare desolatamente vuoto. Si va alla ricerca di anfore, rocce scavate, sabbia, piante di ogni tipo…

Se vuoi fare tutto con più calma, questo starter kit è quel che fa per te. Nella confezione trovi infatti anche la sabbia, una piantina (ovviamente artificiale) e uno sfondo che riecheggia le profondità marine.

Che dire: semplice ma efficace.

Il coperchio in plastica può essere aperto completamente per facilitare le operazioni di pulizia e manutenzione della struttura. È inoltre presente un mini-filtro con spugna filtrante.

Ha una capacità di venti litri circa e misura 36 x 22 x 26 centimetri.

Pro

  • Include anche una piantina, sabbia e sfondo
  • La manutenzione è semplice
  • Buon rapporto qualità prezzo

Contro

  • Manca la luce led

7. Acquario per pesci – Tetra Cascade Globe Nero

Ti ricordi la mitica boccia con il pesciolino rosso che andava tanto in voga qualche decennio fa? Eccone una versione riprogettata in chiave tecnologica che farà un figurone in ogni ambiente domestico o professionale.

Ciò che caratterizza maggiormente questa struttura è una piccola cascata che sgorga dall’alto, che ha un effetto scenografico e rilassante al tempo stesso.

L’impianto di illuminazione è composto da otto led posti superiormente che emanano una luce intensa.

Il sistema filtrante impiega delle cartucce che vanno sostituite ogni quattro settimane.

È presente un unico cavo a bassa tensione per l’alimentazione del filtro e delle luci. Queste ultime possono essere attivate o disattivate da un interruttore on/off dedicato.

L’acquario ha una capacità di 6,8 litri.

Pro

  • Ha una cascata scenografica
  • L’illuminazione è intensa
  • Le luci possono essere disattivate grazie a un interruttore dedicato

Contro

  • Il vetro è fragile

Che cos’è la fase di acclimatazione?

Una volta che hai acquistato i tuoi pesci e li porti a casa, non puoi semplicemente aprire il sacchetto e fargli fare un “tuffo” nella loro nuova casa!

acquario

La temperatura dell’acqua contenuta nel sacchetto e quella presente nella struttura che hai amorevolmente allestito non è sicuramente la stessa. E quindi il pesce può subire uno shock se viene immesso nella vasca senza un’adeguata preparazione.

La cosa migliore è immergere il sacchetto chiuso nell’acquario per circa mezz’ora e poi fai entrare il pesce nell’acquario aiutandoti con la mano.

Perché gli acquari grandi sono migliori per i principianti?

Se hai fatto ricerche sull’argomento e hai letto l’opinione degli esperti, ti sarai reso conto che i piccoli acquari che trovi sul mercato non sono l’ideale per i principianti.

Sai perché?

Le vasche di piccole dimensioni sono spesso molto instabili, perché i parametri dell’acqua oscillano più facilmente. Ciò significa che qualsiasi modifica ed errore che fai potrebbe essere fatale per i tuoi pesci.

grande-pesce-in-acquario

In genere si consiglia di iniziare con un acquario che contenga almeno 60 litri. In questo modo sarà possibile correggere eventuali errori senza troppo conseguenze.

Dove comprare pesci per acquario?

La cosa migliore per acquistare i pesci per l’acquario è quella di recarsi in un negozio specializzato. Lì puoi vedere direttamente gli animali, scegliere le specie che ti piacciono di più e valutare a colpo d’occhio il loro stato di salute.

miglior-acquario-per-pesci

In alternativa puoi effettuare l’ordine online da uno dei numerosi negozi virtuali che popolano il web e che propongono anche soluzioni low cost.


Confronto acquario per pesci


Conclusioni

Scegliere un acquario può sembrare un compito difficile, ma in realtà non è niente del genere!

È bene solo porre un po’ di attenzione, evitando di fare un acquisto d’impulso. È abbastanza normale rimanere affascinati da tutto ciò che l’acquariofilia può offrire, ma allo stesso tempo è deludente quando le cose iniziano ad andare storte.

La prima cosa da fare è capire il tipo di acquario che ti piacerebbe installare, in base alle varietà di pesci che ti interessa allevare. Dopodiché compra tutto il necessario e… divertiti con i tuoi piccoli amici di pinna!


Domande frequenti

🐟 1. Come faccio per mettere i pesci all’interno del mio acquario?

Come prima cosa si consiglia di afferrare con cura il sacchetto con il quale vi è stato consegnato il pesce al negozio. Dopodiché far scivolare lentamente l’acqua contenuta nel sacchetto, assieme al pesce, all’interno della vasca dell’acquario. Lasciate che l’acqua si depositi all’interno della vasca e poi aggiungete circa una tazza di acqua e aspettate poi altri dieci minuti. Ripetete l’operazione fino a che la vasca non sia completamente piena.

🐟 2. Per quanto tempo andrebbe tenuta accesa la luce all’interno della vasca dei pesci?

La luce presente all’interno dell’acquario che è in grado di illuminare per bene la vasca non dovrebbe essere tenuta accesa per più di 8 o 12 ore di seguito. Si raccomanda di spegnere la luce ad un certo punto per garantire ai pesci il naturale ciclo di giorno e notte. Nel caso in cui notiate che i pesci continuino ad essere irrequieti nonostante abbiate spento le luci della vasca, provate col rendere completamente buia la stanza, spegnendo ogni luce e abbassando le tapparelle.

🐟 3. Le pompe d’aria sono davvero necessarie per le vasche dei pesci?

Una pompa dell’aria è in grado di far comparire delle bolle d’aria all’interno della vostra vasca per pesci. Tuttavia, la pompa dell’aria ha due scopi principali. Il primo è quello di garantire che la vasca sia in grado di mantenere un’adeguata concentrazione di ossigeno e il secondo è meramente a scopo decorativo. Una pompa dell’aria non necessariamente serve per mantenere la giusta concentrazione d’ossigeno, nel caso in cui la vasca sia in grado di garantire un movimento dell’acqua costante grazie allo scuotimento della superficie.

🐟 4. Le vasche dell’acquario possono stare a diretto contatto con la luce del sole?

La vasca dell’acquario ha bisogno di godere della temperatura della stanza e non dovrebbe mai essere esposta direttamente alla luce del sole. Siccome la luce del sole potrebbe scaldare eccessivamente l’acqua all’interno della vasca dell’acquario e causare quindi la rapida crescita di alcuni tipi di alghe, sarebbe davvero meglio evitare questa potenzialmente dannosa pratica. Bene ricordare sempre che la vasca dovrebbe includere piante e altri invertebrate e che dovrebbe essere resa agevole per almeno due settimane prima di potervi aggiungere pesci al suo interno.

🐟 5. Dove non si dovrebbe mai posizionare un acquario per i pesci?

Un posto dove davvero non dovreste mai posizionare l’acquario per i pesci è il centro di una grande stanza. Il luogo migliore dove mettere un acquario è sicuramente vicino al muro, oppure in un angolo, dove il pavimento è meglio supportato. A meno che ovviamente non siate sicuri che il pavimento sia sufficientemente resistente e/o nel caso in cui l’acquario non sia particolarmente grande. Tendenzialmente evitate comunque di posizionarlo lontano da un muro. Eventualmente assicuratevi che ci siano almeno 5 cm di spazio tra la vasca e la parete.

POSTA UN COMMENTO