Cibo per Conigli

Alimentazione del Coniglio

Il segreto per una vita lunga e in salute è mangiare in modo sano ed equilibrato; tante fibre e pochi grassi.

E i conigli sono l’esempio lampante di questa visione salutista dell’esistenza.

Il loro apparato digerente è molto delicato e la loro dieta, in quanto erbivori stretti, deve essere ricca di fibre e povera di carboidrati, dannosi per la salute in quanto possono causare obesità, malocclusione dentale, problemi digestivi che possono condurre ai temutissimi blocchi intestinali.

La Dieta Corretta di un Coniglio Domestico

 

 

Coniglio-Domestico

Fieno – Un coniglio sano è un coniglio ben alimentato. La stragrande maggioranza di problemi che si riscontrano nei conigli domestici sono dovuti a un’alimentazione sbagliata.

La base della dieta dei conigli deve essere rappresentata dal fieno che non solo stimola la motilità intestinale favorendo lo sviluppo di un’adeguata flora batterica benefica che protegge dalle infezioni intestinali e quindi dalla diarrea ma serve anche per tenere sempre sotto controllo la continua crescita dei denti, svolgendo un’importante funzione abrasiva.

Il fieno deve essere sempre presente, in quantità illimitata, fresco, profumato, rigoglioso, diffidate da un fieno polveroso, poco odoroso o con addirittura delle tracce di muffa al suo interno.

In commercio ce ne sono di vari tipi, il migliore è quello di erbe miste (fieno di prato polifita), dai più classici fino ad arrivare a quelli più ricercati con camomilla, petali di rosa essiccati o carote appetitose.

Divertitevi a mixarli, cambiarli, oppure anche ad arricchirli voi stessi con fiorellini essiccati o piante, come il tarassaco, il trifoglio o il dente di leone, il vostro coniglio vi ringrazierà.

Evitiamo invece quello di erba medica, ne vanno ghiotti ma una volta terminata la fase di crescita dobbiamo limitarci a una manciata una volta ogni tanto.

Una bella fieniera capiente e magari una ciotola di acqua fresca accanto è l’ideale, molti conigli infatti non disdegnano affatto una sorsata d’acqua tra un boccone e l’altro.

Erbe Miste – Se alla base quindi di questa ipotetica piramide alimentare lapina troviamo il fieno, proseguendo verso la cima troviamo le verdure o, se ne avete la possibilità, erbe miste di campo che sarebbero l’alimento ottimale visto che è quello di cui si ciberebbero in natura.

L’erba serve a fornire al coniglio sali minerali, vitamine, calcio e la giusta quantità di fibra che permette un buon transito intestinale e un’ottima funzione abrasiva dei denti.

L’importante è che non sia trattata con pesticidi, insetticidi o altre sostanze chimiche.

View this post on Instagram

🐰LAPO🐣 ———————————— 🏡CERCA CASA🏡 💌 adozioni@mondocarota.it ———————————— 📍BERGAMO Questo batuffolo monellino ha circa due mesi, era stato recuperato affetto da poliartrite settica, ma ora sta benissimo! 😍 Salta come un petardino ed è felice come tutti i cuccioli! 🐣 È vaccinato ed è stato curato! mangia correttamente, ma manca qualcosa… Ah sì, una famiglia tutta sua! Forza forza! 🏡 ——————————— #bunnylove #rabbits #pet #animallover #adoptdontshop #petsofinstagram #instabunny #adoption #rabbits_of_ig #rabbitgram #adorable #instarabbit #rabbit #bunnygram #pets #cute #animal #pets_of_instagram #bunny #animals #bunnies #petstagram #rabbitsofinstagram #petsagram

A post shared by 🐰🐹 Mondo Carota 🌍🥕 – 🇮🇹 (@mondocarota) on

Non tutti però sfortunatamente hanno la possibilità di far bighellonare il proprio coniglietto in un bel giardino o di raccogliere l’erba, quindi in questo caso la dieta può essere integrata con la verdura.

VerduraÈ un valido sostituto dell’erba ma non bisogna eccedere con le dosi e soprattutto bisogna somministrarle a temperatura ambiente, ben asciugate e non fredde di frigorifero.

Consiglio: abituatevi a preparare la verdura già porzionata la sera prima così da lasciarla tutta notte ad acclimatarsi e non dimenticatevi di lavarla per bene per togliere eventuali residui di terra.

La razione media prevede 150g per chilo, meglio se suddivisa in due pasti, uno la mattina e l’altro la sera, e vede l’alternanza possibilmente di 3 vegetali, i più quotati sono finocchio, radicchio, sedano, che sono i più fibrosi e che quindi richiedono più potere masticatorio.

Ci sono vari fattori poi che possono influire su questo quantitativo, come per esempio l’età, delle particolari problematiche di salute, peso, metabolismo, in questi casi in accordo con il veterinario di fiducia si arriverà a stabilire la quantità più corretta per il vostro amico coniglio.

Vorrei fare una piccola precisazione: le verdure possono essere date senza problemi come dicevo in precedenza, l’importante è che prima però abbiate fatto eseguire al vostro veterinario un accurato esame delle feci del coniglietto per scongiurare la possibile presenza di coccidi, pericolosi parassiti intestinali che, soprattutto negli esemplari di giovane età, possono provocare il decesso in poco tempo.

Se il coniglio che portate a casa non era abituato a una corretta alimentazione non potrete introdurre le verdure a cuor leggero ma dovrete fare un cambiamento graduale e dovrete assicurarvi che non presenti problemi gastrointestinali.

Iniziate quindi con un pezzetto – per esempio – di finocchio e dopo esservi assicurati che si scarichi normalmente, introducete un pezzo di sedano e così via finché potete fare il cambio totale.

Frutta e Pellet – In cima alla vetta di questa piramide alimentare si trovano la frutta e il pellet.

Non sono indispensabili ma possono essere usati come premietti, come sfizio, e sono degli ottimi escamotage per interagire con il vostro coniglio.

La frutta va data con parsimonia; essendo molto zuccherina è causa di obesità, un pezzettino di mela ogni tanto o una rondella di banana sono più che sufficienti per soddisfare le voglie di dolce.

Anche le carote vanno moderate. Pur essendo un ortaggio sono molto caloriche e il rischio obesità è sempre dietro l’angolo; anche in questo caso una rondella una volta a settimana sarà più che sufficiente.

Il pellet invece, purché di ottima qualità, può essere integrato nella dieta quotidiana nella misura di non più di un cucchiaio al giorno altrimenti il coniglio si farà furbo e inizierà a snobbare il fieno.

Non deve contenere cereali, frumento, melasse, zuccheri o semini di qualsiasi natura, solo fieno o erba essiccata e pressata, con una percentuale di fibra attorno al 18%.

Cibi Dannosi

Conigli

Mix di Semi e Carboidrati – Diffidate di tutti quei mix che trovate in commercio, sì, parlo di quelle allettanti confezioni con la foto di un coniglio messo in bella vista sul fronte della scatola, pieni di confettini colorati che sembrano tanto buoni o croccantini dalla dubbia provenienza, non potreste fare scelta più sbagliata.

Sono formulazioni dannosissime per la salute dei nostri conigli, contengono fioccati, mais, semini vari, per lo più di girasole, tutto ciò che è dannoso per la loro salute insomma.

Ricordiamoci infatti che sono erbivori non granivori e pertanto non si devono nutrire di semi oleosi.

Altri cibi assolutamente “NO!”, sono:

  • prodotti da forno
  • pane
  • biscotti
  • cioccolato
  • formaggi
  • porro
  • melanzane
  • aglio
  • patate

Il mantra per chi ha conigli deve essere:

Fieno – verdura/erba – pellet, niente più, niente meno, tenetelo sempre a mente e più della metà del lavoro l’avrete fatto.

Al bando anche biscottini, anche se cercheranno di spacciarveli come appropriati per i conigli, e ancora abolite i pop corn, snack con grano, miele, legumi e frumento.

Se per sbaglio dovesse ingerire uno di questi alimenti, anche in piccole quantità, non sottovalutate la situazione. Il coniglio non è fisiologicamente strutturato per rimettere, come invece lo sono il cane o il gatto, quindi alimentatelo solo e unicamente con il fieno e chiamate immediatamente il vostro veterinario esperto in esotici di fiducia.

Possono sembrare delle sciocchezze ma come abbiamo già detto la salute del coniglio va di pari passo con l’alimentazione e non curarla sarebbe un errore gravissimo. Un coniglio sano è un coniglio ben alimentato, non dimenticatelo mai.

Verdure che si Possono Somministrare Tutti i Giorni

  • carota (un pezzettino al giorno non di più, troppo zuccherina, causa fermentazione)
  • catalogna
  • indivia belga
  • finocchio
  • radicchio
  • sedano
  • coste
  • insalata romana
  • cicoria

Verdure da Dare con Moderazione

Verdure-e-coniglio

A causa della grande presenza di ossalti, queste verdure possono essere date con una certa moderazione:

  • cavolo
  • spinaci
  • cavoletti di Bruxelles
  • verza

Erbe Aromatiche Commestibili

Possono essere somministrate con grande moderazione, in piccole quantità, come ricompensa

  • aneto
  • anice – Pimpinella anisum
  • basilico
  • cerfoglio
  • coriandolo
  • dragoncello
  • erba cipollina
  • finocchietto
  • maggiorana
  • melissa
  • menta
  • mirto
  • origano
  • rosmarino
  • salvia
  • santoreggia
  • timo

Tabella Alimentare

POSTA UN COMMENTO