Miglior-Cibo-per-Coniglio

Se pensiamo al coniglio la prima cosa che ci viene in mente sono sicuramente le carote. Tutti sappiamo che il coniglio ne è ghiotto. Ma se vi dicessi che le carote per il coniglio non vanno bene? Beh non è proprio così ma sono vegetali molto zuccherini e possono mangiarli, sì, ma con parsimonia. Come noi mangeremmo una fetta di torta. Certo che anche noi se potessimo scegliere ne mangeremmo una intera tutti i giorni ma non ci farebbe bene, lo stesso vale per le carote e i conigli. E quindi cosa deve mangiare un coniglio? Scopriamolo insieme in questo articolo realizzato con la preziosa supervisione dell’associazione Mondo Carota¹.

I Migliori Cibi per Conigli

Qual è il Miglior Cibo per Coniglio?

Negozi per animali, supermercati, internet… Trovare cibo per conigli sembra la cosa più facile del mondo perché come ci giriamo vediamo scatole con coniglietti che ci fanno gli occhi dolci e si promuovono come l’alimento per eccellenza ma tanto vale sfatare un altro mito, tanto dopo le carote cos’avete ormai da perdere? Ebbene sì, la stragrande maggioranza del cibo commerciale “per conigli” è nocivo per i conigli. Questo perché spesso contengono alimenti economici a base di granaglie, semi oleosi, fioccati di mais, frutta secca ipercalorica, niente di peggio!

Partiamo allora con un confronto intelligente di cibi CORRETTI e di (reale) buona qualità e scopriamo insieme come scegliere il miglior cibo per conigli per le vostre necessità.

Qui di seguito ti presentiamo l migliori cibi per conigli:

1. Cibo per conigli nani Bunny

Un mix pensato per le esigenze dei conigli nani, è realizzato con erbe aromatiche naturali al 100%. Può essere inserito nella dieta del coniglietto nano dal 6° mese di vita. Promuove la digestione, è ricco di calcio per la cura ottimale di denti e ossa. Questo pellet può essere integrato a una dieta sana a base di verdura fresca e fieno, la dose consigliata è di 1-2 cucchiai al giorno.

2. Cibo per conigli junior Versele Laga Cunipic

Questo pellettato di marca Versele Laga da mezzo chilo è un ottimo alimento integrativo per conigli junior a base di fieno ed erba medica. È ricco di vitamine, ideale per la crescita del coniglio. I pellet sono realizzati con fibre lunghe che promuovono la masticazione, la varietà di erbe inserita in questo alimento è mirata ad irrobustire la flora intestinale; inoltre sono ricchi di calcio per andare in contro alle esigenze dei più giovani.

3. Cibo per conigli adulti Supreme Petfoods

Un altro ottimo alimento pellettato per conigli adulti, contiene un discreta percentuale di fibre (25%) ed è ricco di ingredienti naturali per promuovere una sana digestione. Il pellettato è strutturato per scoraggiare la selezione dell’animale per aspetto, gusto o odore. È realizzato senza l’aggiunta di zuccheri e aromi artificiali.

4. Cibo per coniglio adulto Oxbow Essentials

I proprietari esperti non hanno bisogno di spiegazioni, il marchio Oxbow parla già da solo. Questo alimento completo per conigli adulti in pellet è composto interamente in fieno di fleolo ed è consigliato dai migliori veterinari per l’altissimo contenuto di fibre. Il fieno di fleolo è una miniera di vitamine e minerali essenziali per il fabbisogno nutrizionale dei conigli adulti. Una scorta da 4,5 kg con un ottimo rapporto qualità prezzo. Come dice il nome, un vero “essential”.

5. Cibo per conigli adulti Burgess Excel Mint

Un’altra marca importante nell’alimentazione per conigli, Burgess propone questo pellettato in confezione da 2 kg al gustoso aroma di menta. Contiene il 39% di fibre ed è ricco di nutrienti essenziali per la salute del delicato apparato digerente del coniglio oltre che di antiossidanti benefici per il sistema immunitario. Anche in questo caso è un alimento pensato come integrativo di una sana alimentazione fresca.

Aspetti da Considerare Prima di Acquistare del Cibo per Conigli

Cibo per Conigli

Ecco alcuni aspetti importanti che dovremo considerare prima di procedere all’acquisto di un alimento per conigli:

  • Età – L’età gioca un ruolo fondamentale nella scelta dell’alimento per conigli per via del calcio. Alcuni vegetali come ad esempio l’erba medica sono ricchissimi di calcio e quindi ideali per lo sviluppo del coniglietto ma una volta raggiunta l’età adulta potrà essere somministrata solo occasionalmente, come ricompensa, oppure in caso di necessità specifiche (es. in gravidanza o in allattamento).
  • Salute – Gravidanza, sovrappeso, malnutrizione, stato dei denti, sono solo alcuni degli aspetti che riguardano la salute del nostro amico lapino a influire direttamente sulla scelta del cibo da servirgli. Ad esempio i conigli con condizioni di malnutrizione dovranno mangiare cibi più ricchi per potersi rimettere in forze. Questo tipo di scelta però non può essere presa da soli e dovremo consultarci con il nostro veterinario per animali esotici di fiducia.
  • Alimento o Ricompensa?Non tutti i cibi in commercio sono adatti all’alimentazione di base e dobbiamo saper riconoscere quelli che invece possono essere dati solo ogni tanto come ricompensa. Seguiamo attentamente la lista dei cibi sicuri e leggiamo sulla confezione del prodotto la sua composizione per non rischiare di dare, in perfetta buona fede, un prodotto sbagliato come alimento quotidiano.
  • Tipo – Ci sono tre tipologie di alimenti principali nella piramide alimentare del coniglio: fieno, verdura e frutta. Ogni altro componente aggiunto è spesso sbagliato per la loro dieta quindi ricordiamoci di rispettare la proporzione percentuale corretta di questi alimenti (fieno sempre a disposizione, 2 porzioni di verdura al giorno di almeno 2-3 varietà fra quelli elencati come “sicuri”, e una piccola porzione di frutta, sempre scegliendo dalla lista dei frutti sicuri).

Tipologie di Cibo per Conigli

 

Conigli

Come abbiamo visto prima sono 3 i tipi di alimenti concessi nella dieta di un coniglio. Il modo migliore di somministrarli è nella versione fresca, avendo cura di misurare le porzioni per la dose consigliata di frutta e verdura. Tuttavia ci sono in commercio anche prodotti confezionati di buona qualità, sono pochi… ma ci sono. Entriamo meglio nel dettaglio:

  • Frutta – che sia frutta fresca o, come in questo caso, un prodotto secco a base di frutta, l’alimento è da considerarsi una “ricompensa” e andrà somministrato in piccole quantità. Consideriamo che sia la frutta che la verdura disidratata (naturale, mi raccomando leggiamo bene gli ingredienti ed evitiamo assolutamente quella con aggiunta di zucchero o sale) è più calorica rispetto alla forma fresca perché gli zuccheri si concentrano in una piccola porzione e soprattutto la “piccola porzione” che vediamo è la versione ridotta di una porzione molto più grande che perdendo l’acqua si riduce di volume anche della metà.
  • Verdura – Si trovano molte soluzioni in formati diversi a base di erbe e verdura. Alcune sono molto buone e possono essere date con serenità, l’importante è seguire il vademecum delle verdure/erbe “sì” e quelle “no”. Evitiamo anche i mix di erbe e cereali o erbe e semi che ovviamente sono dannosi. Un segnale d’allarme quando determiniamo se un cibo per coniglio è buono o di scarsa qualità è legato all’aspetto. Mix in cui non si distinguono le parti vegetali, fatti a forma di crocchetta o estruso con colori accesi in genere sono da evitare. Formule naturali con erbe o verdure essiccate, anche se pressate in forme a medaglione – per esempio – sono più sicure, almeno alla prima selezione visiva.
  • Fieno – Il fieno è diffusissimo e lo possiamo trovare in formati dal piccolo al grande ma non tutti i fieni confezionati vanno bene. A parte quelli aromatizzati con parti di camomilla, rosa canina, ecc.. che vanno dati con parsimonia proprio per la presenza di queste erbe “extra”, dobbiamo selezionare la confezione per aspetto e profumo. Anche se è chiuso potremo riuscire a percepire l’odore del fieno che deve essere ricco, corposo. L’aspetto non deve essere giallo ma di un bel verde intenso, con steli lunghi di dimensioni variabili (non devono sembrare “spaghetti spezzati”, per così dire, tutti uguali nello spessore, gialli e frantumati in pezzi piccoli). Guardando il fondo della confezione, se è trasparente, non dobbiamo scorgere un fitto strato di polvere. Qualche residuo è normale, d’altronde è un vegetale essiccato in un sacchetto quindi gli è concesso aver subito una leggera usura ma non dobbiamo vedere una nuvola polverosa quando lo apriamo. La polvere innanzitutto è sinonimo di un prodotto di scarsa qualità, probabilmente anche troppo secco, deprivato ormai delle proprietà nutritive, e quello strato polveroso trasporta batteri e muffe estremamente pericolosi per i nostri animali (e per noi).

Quali Sono le Caratteristiche di un Buon Pellet?

 

Una delle domande più frequenti fra i proprietari di conigli è “quali sono le caratteristiche di un buon pellet?”. Un pellet di buona qualità deve essere realizzato con fieno ed erbe di prima scelta, talvolta includere vegetali e frutta. Questa combinazione è essenziale per il benessere dell’animale affinché abbia un apporto bilanciato di nutrienti e possa vivere una vita sana. Anche i pellet di solo fieno ed erbe vanno bene. In ogni caso il cibo pellettato non può sostituirsi a un’alimentazione fresca, va somministrato come integrazione quotidiana in dose calibrata (circa un cucchiaio al giorno).

Facciamo molta attenzione a non cedere alle richieste di bis del nostro coniglio e/o a non impigrirci preferendo la facilità del pellet al reperire vegetali freschi ogni giorno. Questi alimenti sono parecchio golosi per loro palato, esagerando con le porzioni inizieranno a scartare il fieno richiedendo solamente il pellettato. Anche se è difficile resistere allo sguardo languido del lapino… Voi dovete essere forti, è per il suo bene!

Tabella Alimentare del Coniglio

Tabella-Alimentare-del-Coniglio

Tabella-Alimentare

FAQ

🐇 1. Quali sono gli alimenti SÌ e gli alimenti NO per i conigli?

Cibi NO per i conigli:

  • Prodotti da forno
  • Legumi
  • Patate
  • Porro
  • Melanzane
  • Cereali
  • Cioccolato
  • Aglio
  • Mais, pannocchia e prodotti a base di mais
  • Latticini

 Cibi per il coniglio:

  • Catalogna
  • Invidia belga
  • Finocchio
  • Radicchio
  • Sedano
  • Coste
  • Insalata romana
  • Cicoria

🐇 2. In cosa consiste la dieta di un coniglio?

Un coniglio deve sempre avere acqua fresca a disposizione e fieno di buona qualità, non trattato da pesticidi e non polveroso. L’apparato digerente di un coniglio ha bisogno di fieno o erba per funzionare correttamente, a cui aggiungeremo frutta e verdura fresca di 2 o 3 varietà in porzioni commisurate all’età e al peso del coniglio, integrando con un cucchiaio di pellet al giorno e qualche premietto ogni tanto.

🐇 3. Cosa deve mangiare un coniglio in una giornata?

I conigli devono mangiare fieno di buona qualità (illimitato) e avere sempre acqua pulita a disposizione. In una giornata dovremo dare almeno 1 o 2 porzioni di frutta e verdura fresca a temperatura ambiente, cruda, delle varietà sicure (vedi lista) e un cucchiaio di pellet di buona qualità. Potremo integrare con una piccola ricompensa naturale come ad esempio una rondella di carota o di banana ma sempre senza esagerare!

POSTA UN COMMENTO