come-capire-se-un-gatto-è-maschio-o-femmina

Avete appena preso un gattino che ha poche settimane di vita e vi state effettivamente chiedendo se sia un gatto maschio oppure una femmina?

I gatti maschi si possono facilmente riconoscere dalla presenza di un organo maschile o dai testicoli, ma se si tratta di determinare il sesso di un gatto castrato? Controllate sotto la coda, tra gli orifizi intimi e se possiede due orifizi, allora si tratta di una femmina!

Per essere sicuri, dovreste vedere una fessura verticale e una distanza tra i due orifizi. E per quanto riguarda i gatti piccoli?

Andiamo a vedere come fare!

Come capire il genere di un gatto – una gatta – guida al genere

È una storia piuttosto comune, hai appena preso un gatto e sei davvero convinto che sia un bel maschietto. Un giorno lo porti dal veterinario solo per sentirti dire che il tuo gatto maschio è in realtà una femmina e ti ritrovi a chiederti cosa non hai esattamente capito di tutta questa storia! Questo non è raro perché capire se il tuo gatto è maschio o femmina non è così ovvio come la gente pensa di solito.

Il sesso di un gatto non è sempre immediatamente chiaro, in particolare se il gatto in questione è un gattino molto giovane o un maschio sterilizzato. Quindi, come si può fare per sapere se il tuo gatto è maschio o femmina? Se riesci a prendere in braccio il gatto e sollevare delicatamente la coda, sarai in grado di capire se il tuo gatto è maschio o femmina dall’aspetto dell’area genitale e dalla distanza tra l’ano e i genitali.

C’è meno distanza tra l’ano e i genitali della femmina rispetto ai maschi e questo è generalmente quello che viene usato come linea guida per identificare il sesso. Naturalmente, ci sono anche altri accorgimenti da prendere nel caso in cui abbiate a che fare con un micio che non adora proprio essere preso in braccio. Spesso ci si rivolge, ad esempio, ad un veterinario, che magari durante una delle prime visite che il vostro micetto deve affrontare, vi rivelerà se avete effettivamente scelto proprio il gattino del sesso che volevate. Non stupitevi se vi trovate in difficoltà nel determinare il genere del vostro gatto, siete di certo in ottima compagnia!

Determinare il genere dei gattini

Determinare-il-genere-dei-gattini

Di solito, il gattino deve avere almeno 6 settimane per poter determinare con esattezza quale sia a tutti gli effetti il suo genere, poiché prima di questa età sono così immaturi che è molto difficile capire le sottili differenze tra maschi e femmine. A volte è comunque visibile anche prima, ma diciamo che di norma bisogna aspettare fino a questa età.

Una volta che il gattino avrà tra le 6 e le 8 settimane dovresti essere in grado di riconoscere le differenze con relativa facilità. Le caratteristiche identificative non sono il pene e i testicoli, o la mancanza di questi organi, come molte persone pensano in effetti. La caratteristica più significativa è in realtà la distanza tra l’ano e i genitali, con queste caratteristiche più vicine tra loro nelle femmine che nei maschi. Nei gatti di sesso femminile vedrai l’ano e sotto ci sarà una lunga fessura che è di fatto l’area vaginale. I due sono distanti circa mezzo pollice e appariranno come un punto e una linea (come un punto esclamativo capovolto).

Nei cuccioli più piccoli appariranno più probabilmente come punti, motivo per cui la distanza tra loro è importante, altrimenti potresti facilmente confondere la femmina con un maschio. Nei gatti maschi, vedrai un divario maggiore di quasi un pollice tra l’ano e il pene con i testicoli in mezzo. Questi appariranno come punti più che linee. Una volta che il gattino ha circa 10 settimane inizieranno a sviluppare un sacco scrotale che diventerà più visibile nel tempo. A questo punto non dovreste avere più alcun dubbio riguardo al genere del vostro adorabile amico peloso.

Determinare il genere dei gatti adulti

I testicoli di un gatto maschio saranno visibili e potresti persino notare alcuni comportamenti aggressivi come il bisogno di assestare dei graffi e morsi e segnare il territorio, sono comportamenti associati a maschi che possono definirsi adulti a tutti gli effetti.

Un esemplare di gatto femmina che non è stata sterilizzata entrerà regolarmente nella stagione “dell’amore” in cui potrebbe essere più vocale e in cerca di attenzione mentre cerca di trovare un compagno. Una femmina che ha già avuto una cucciolata probabilmente avrà anche dei capezzoli più evidenti a causa dell’allattamento dei cuccioli – sappiate che anche i gatti maschi hanno i capezzoli, ma saranno molto meno visibili.

Se il gatto è stato sterilizzato o castrato, sarai in grado di utilizzare la stessa tecnica utilizzata per i gattini per identificare il sesso. Potresti essere ancora in grado di vedere debolmente il sacco del testicolo del maschio anche se sono stati castrati e puoi anche usare la distanza tra l’ano e i genitali come guida. Ricorda che i genitali femminili appariranno più come una linea mentre i maschi saranno più separati e più come punti. In termini comportamentali, una femmina che è stata sterilizzata non andrà in calore e un maschio castrato sarà generalmente più calmo e meno aggressivo.

Ancora non sei proprio sicuro?

Non preoccuparti, questi dettagli possono essere molto sottili, quindi se ti stai ancora chiedendo come fare per capire il sesso del tuo gatto o se il tuo gatto non collabora, puoi portarlo ad esempio dal veterinario.

Il veterinario sarà in grado di dare una controllata approfondita a livello sanitario e determinare il sesso per te. I veterinari saranno abituati a trattare con i gatti e saranno in grado di capire il genere con facilità, quindi saranno più che felici di aiutarti.

Se al tuo gatto non piace essere preso in braccio o bloccato in qualche modo, o cerca di graffiarti e tende a volersi liberare ogni volta che vuoi controllare il suo sesso, probabilmente troverai più facile e meno stressante programmare una visita veterinaria piuttosto che provare a farlo da solo a casa. In fondo, trovarsi ricoperti di graffi e morsi e sanguinare in giro per il proprio appartamento è una di quelle cose che siamo certi vorreste evitare.

È vero che si può capire il genere del gatto dal colore?

capire-il-genere-del-gatto-dal-colore.

Questa è quella che a tutti gli effetti può essere considerata una regola di massima, non è assolutamente infallibile e consigliamo vivamente di usare altri metodi per scoprire il sesso del tuo gatto piuttosto che giudicare esclusivamente dal colore della loro pelliccia. Detto questo, è molto interessante conoscere i legami tra genere e colore della pelliccia nei gatti e se ci sia o meno una effettiva verità dietro questo metodo.

È vero che quasi tutti i gatti tartarugati sono femmine. La ricerca mostra che solo 1 su 1.000 gatti calico sono maschi. Questo perché questi determinati colori richiedono la presenza di due cromosomi X e le femmine hanno due cromosomi X. Un maschio di questi colori avrebbe un’aberrazione genetica di due cromosomi X e un cromosoma Y. La gente dice anche che tutti i gatti di colore rossiccio sono maschi, ma secondo Science Focus circa tre quarti sono maschi e un quarto sono femmine.

Sommario sul genere dei gatti

Identificare il sesso del tuo gattino o del tuo gatto non è così scoraggiante come sembra. Osservando la distanza tra l’ano e i genitali dovresti essere in grado di identificare se il tuo gatto è maschio o femmina. Sebbene il colore del tuo gatto possa essere collegato alle probabilità che il tuo gatto sia di un certo genere, non è una garanzia, quindi non presumere di conoscere il sesso dei tuoi gatti in base a questo. Se ti stai chiedendo come fare per identificare se il tuo gatto è maschio o femmina, ti consigliamo di chiedere al veterinario locale di esaminare il tuo gatto per te. Sarà in grado di fartelo sapere immediatamente. Se non sei sicuro che il tuo gatto sia stato sterilizzato o castrato, il veterinario sarà comunque in grado di aiutarti.


Domande frequenti

🐱 Qual è la differenza tra gatti maschi e femmine?

I gatti maschi tendono ad essere molto più grandi delle femmine. I maschi possono essere più amichevoli delle femmine. I gatti maschi intatti “spruzzano” per contrassegnare il loro territorio e “ululano” per le femmine (questo di solito non è un problema se lo fai castrare). Le femmine tendono ad essere più riservate rispetto ai maschi, ma hanno molte meno probabilità di spruzzare urina.

🐱 I gatti maschi hanno ancora i testicoli dopo essere stati sterilizzati?

Normalmente i gatti hanno due testicoli presenti nella loro sacca scrotale quando vengono sterilizzati, ma non è raro che conservino i testicoli (criptorchidismo). La rimozione dei testicoli è quindi consigliata, ma l’operazione potrebbe essere un po’ più complicata.

🐱 Cosa si chiama una gatta?

Un gatto maschio viene chiamato tom o tomcat (o gib, se castrato) Una femmina non sterilizzata viene chiamata regina, specialmente in un contesto di allevamento di gatti. Un gatto cucciolo è indicato come un gattino.

POSTA UN COMMENTO