Cosa-significa-la-cacca-nera-nel-cane

Cosa significa la cacca nera nel cane?

Purtroppo sono piuttosto rari i quadrupedi in grado di usare una toilette e generalmente finiscono in qualche filmato che gira sui social con titoloni assurdi, per questo motivo la maggior parte dei proprietari di cani deve occuparsi personalmente di raccogliere e smaltire le deiezioni del proprio cucciolo e, in questa occasione, capita di poterne valutare forma, colore e consistenza.

Tranquilli non siete dei sociopatici, in realtà le feci con le loro caratteristiche quali/quantitative possono darci diverse informazioni sullo stato di salute del nostro amico a quattro zampe e poterle valutare quotidianamente ci permette di essere piuttosto tempestivi nel notare alcuni campanelli d’allarme come alterazioni della consistenza, della quantità, del colore, la presenza di muco, di sangue, o di parassiti, tutte cose che possono suggerirci che forse è il caso di chiamare il nostro veterinario di fiducia il quale, probabilmente ci chiederà di portargli un campione da esaminare.



Sicuramente non è un argomento molto piacevole ma di fatto tramite l’osservazione del colore e della consistenza delle feci, insieme ad una valutazione del comportamento del nostro cane, possiamo farci un’idea della sua condizione di salute.

Normalmente le deiezioni canine dovrebbero presentarsi in varie sfumature di marrone e, a seconda anche della dieta di cui si nutre normalmente, con forma cilindrica e di dimensioni più o meno costanti.

La quantità e le dimensioni possono variare a seconda che si tratti della prima, la seconda o la terza evacuazione del giorno, per esempio, in un cane che viene iperstimolato con passeggiate molto lunghe o con sessioni di gioco sfrenato è comune osservare evacuazioni ripetute e progressivamente più tenere fino ad una consistenza semiliquida.

cacca-nera-nel-cane

Cerchiamo quindi di fare un piccolo schema di alcune situazioni da dover fronteggiare:

Feci tenere, colore tendente al giallino e un forte odore di rancido; probabilmente si tratta di un disturbo della digestione che può coinvolgere il fegato o il pancreas, generalmente è accompagnato da altri sintomi come disappetenza e vomito. Vale sicuramente la pena di contattare il vostro veterinario di fiducia.

Feci di colori anomali come arancio fluo, verde, blu, viola etc.. con forma e consistenza variabili; molto probabilmente il vostro cucciolo si è dilettato nella distruzione di qualche gioco e nel farlo ne ha ingoiato alcuni frammenti che avete ritrovato a distanza di uno o due giorni. Se non sono presenti altri sintomi e il cane sembra vivace, non è necessario chiamare l’esorcista, basta tenere sotto osservazione il piccolo criminale e attendere che tutto torni alla normalità.

Presenza di vermi; generalmente i vermi intestinali in forma adulta non vengono espulsi con le feci, nelle quali per prassi viene fatta una ricerca delle uova per effettuare una diagnosi, ma nel caso in cui il cane sia vittima di una infestazione massiva da vermi tondi o che abbia contratto la tenia, è possibile ritrovare dei parassiti interi o delle sue porzioni all’interno delle feci.




Feci tenere di colore dal marrone al beige chiaro, con o senza striature rossastre; se il cane non mostra alcun sintomo correlato come disappetenza, abbattimento o vomito, di solito non si tratta di un emergenza e potremmo decidere di tenerlo sotto osservazione per qualche giorno, facendo particolare attenzione a non dargli niente di strano da mangiare o meglio ancora somministrandogli per almeno una settimana un mangime specifico per disturbi gastro-intestinali con il supporto di fermenti lattici.

Feci formate con colore normale ricoperte da muco e con presenza di striature rossastre; generalmente una situazione simile indica un infiammazione dell’ultimo tratto dell’intestino. Il muco viene secreto in conseguenza dell’infiammazione stessa e il sangue presente, se in scarsa quantità, proviene dalla rottura di alcuni capillari. Se non sono presenti altri sintomi e il cane appare in perfetta forma potremo comportarci come nel caso precedente.

Diarrea profusa con consistenza liquida, abbondante presenza di muco e grandi quantità di sangue; questa è un emergenza medica poiché potremmo trovarci difronte ad un caso di gastroenterite emorragica che richiederà il tempestivo intervento del vostro veterinario.

Feci molto scure, simili al catrame, cosa significa?

Una conformazione del genere di solito indica la digestione di grandi quantitativi di sangue nel primo tratto dell’apparato gastro-intestinale (stomaco e intestino tenue) ed è un motivo valido per contattare il proprio veterinario.

Lo scopo della visita sarà quello di identificare tramite analisi del sangue, ecografia e/o radiografia, la possibile provenienza di questo sangue.

Una volta esclusa la possibilità che sia stata assunta per via orale una grande quantità di sangue non appartenente al nostro cane, bisognerà cercare la causa e il punto di origine dell’emorragia.

  • Cavo orale
  • Corpi estranei
  • Farmaci
  • Veleno per topi




Cavo orale

La perdita di sangue dalla mucosa orale o dei seni nasali può avvenire in seguito a traumi facciali che comportino fratture del palato duro e molle, avulsione di uno o più denti e lesioni delle strutture nasali, tutto questo porterebbe alla continua deglutizione di sangue che ritroveremo nelle feci.

Corpi estranei

Oggetti duri con superfici appuntite o taglienti (schegge d’osso o frammenti di giocattoli di materiali non adeguati) possono causare lacerazioni e perforazioni in tutto il tratto gastro-intestinale con conseguente emorragia.

Farmaci

L’uso prolungato di antinfiammatori steroidei e non (non sono gli unici farmaci responsabili di emorragia), soprattutto senza l’ausilio di gastroprotettori, può causare l’insorgenza di gastrite e conseguente ulcera gastrica. Generalmente prima di arrivare a questo stadio si possono notare dei sintomi come vomito, disappetenza, meteorismo e rammollimento delle feci, che dovrebbero metterci in allarme.

Veleno per topi

I più comuni rodenticidi non sono altro che anticoagulanti e l’assunzione di dosi superiori a quelle terapeutiche porta a emorragia che più comunemente affligge le sierose e le mucose come quelle dell’apparato digerente con le conseguenze che possiamo immaginare.

Questi sono solo alcuni esempi di cause di melena nel cane(presenza di sangue digerito nelle feci), per cui se dovessimo notarne la presenza contattiamo il veterinario e lasciamo che sia lui a gestire la situazione.

Tenete presente anche che la consistenza tenera e viscosa è un altra caratteristica tipica di questo problema, se dovessimo notare semplicemente che le feci del nostro cane sono molto scure, seppur sode e di forma normale, e non ci troviamo di fronte a nessun altro sintomo da poter correlare, forse stiamo solo osservando un fenomeno transitorio o magari dipende dalla sua dieta.

In ogni caso, se dovessimo avere dei dubbi per il ripetersi di fenomeni a noi poco chiari, possiamo sempre rivolgerci al nostro veterinario di fiducia che sarà lieto di effettuare un controllo.



POSTA UN COMMENTO