I-cani-vedono-i-fantasmi

Internet è pieno di filmati o foto che ritraggono i nostri cani in atteggiamenti tenerissimi o mentre compiono delle marachelle o ancora quando hanno degli atteggiamenti molto particolari e difficilmente interpretabili.

Tra i tanti una tipologia di filmato abbastanza diffuso è quello in cui i nostri fedeli amici sembrano vedere o comunque percepire qualcosa che noi non vediamo, altre volte cambiano improvvisamente atteggiamento come se qualcosa fosse sopraggiunto a distrarlo e lo avesse portato ad uno stato d’animo più serio e preoccupato. In un istante passano dal voler giocare al fissare un punto preciso, in cui noi non vediamo niente, e cominciano a ringhiare o abbaiano indietreggiando…. Ed è lì che ci chiediamo se i cani vedono i fantasmi.

Già, quelle sono le volte che anche a me è capitato di sentire un brivido lungo la schiena, soprattutto vista la mia abitudine ad andare in passeggiata in piena notte con il mio cane, e devo ammettere che, anche se in maniera scherzosa, la prima frase che mi veniva in mente era “ma che hai visto un fantasma?”

Rispondere a questa domanda mi crea non poco imbarazzo perché, per poterlo fare, dovrei prima prendere in considerazione l’esistenza dei fantasmi stessi e credo sia un argomento troppo spinoso da trattare data la mia assoluta incompetenza in materia.



Spiegazioni medico-scientifiche

Spiegazioni-medico-scientifiche

Ma prima anche solo di pensare al soprannaturale, proviamo a esaminare alcune delle possibili spiegazioni di tipo medico scientifico che potrebbero aiutarci a trovare una soluzione.

Olfatto e udito

La prima e più logica spiegazione risiede nell’olfatto e l’udito, questi sensi sono enormemente più sviluppati nel cane rispetto a quelli dell’uomo.

  • Questa loro maggiore sensibilità potrebbe spiegare come mai delle volte, pur non riuscendo a vedere niente di particolare, il nostro cane si agita e comincia ad abbaiare e/o a ringhiare. E’ possibile per l’appunto che il nostro fidato amico stia percependo qualche altro animale di cui magari non riconosce l’odore e che scatena in lui molta diffidenza.
  • Oppure, nel caso succeda all’interno della nostra abitazione, è possibile che abbia sentito il nostro vicino scendere le scale del palazzo, chiudere una porta, aprirne un’altra o arrivare in macchina; insomma tutta una serie di rumori che potrebbero far scattare il suo istinto di protezione nei confronti della propria casa e dei suoi abitanti.




Capacità visiva

Capacita-visiva

All’estremo opposto possiamo trovare una motivazione altrettanto valida nella scarsa capacità visiva dei cani.

  • Molto spesso può capitare che si trovino sorpresi dalla presenza di un oggetto che non riconoscono e che, essendo immobile, privo di un odore percepibile da quella distanza e non emettendo rumori, resta impossibile da identificare, questo porta a frustrazione e, a seconda del carattere del cane, a manifestazioni di paura o aggressività nei confronti dell’intruso immaginario.

Non tutti i quadrupedi trovano il coraggio di affrontare un oggetto sconosciuto, in molti casi scappano o comunque cercano di mantenere una distanza e in quel caso a noi resterebbe il dubbio del perché abbia reagito in quel modo e cosa possa aver scatenato tale reazione.

Beh è chiaro che per qualcuno la risposta più ovvia resterà quella di pensare ai fantasmi, ma io preferisco pensare che si tratti di qualcosa che il mio fidato compagno è in grado di percepire e io no o piuttosto di qualcosa che lui non è in grado di percepire correttamente (tipo un cono da segnaletica stradale che lui vede come un drago a due teste) e in quel caso sarà mia cura cercare di identificare l’origine del suo turbamento e aiutarlo nel superare il problema.

Età avanzata

Un’altra possibile motivazione a certi comportamenti che mi viene in mente è il sopraggiungere della demenza senile che non per forza di cose deve arrivare in età avanzatissime.

I primi sintomi potrebbero comparire in maniera più blanda anche in cani di 7 – 8 anni e tra quelli più tipici sono previsti:

  • fissare fuori dalla finestra
  • fissare gli angoli della casa
  • alterazioni delle percezioni che possono portare a reazioni inaspettate
  • vocalizzazioni inopportune

Insomma tutti atteggiamenti che potrebbero farci pensare ad una qualche interazione con un’eterea presenza di cui noi non percepiamo l’esistenza, se non fosse che è semplicemente invecchiato…..

In conclusione

Io non so dire se esistano i fantasmi e di conseguenza non saprei dire neppure se i cani, in tal caso, siano in grado di vederli. Chiamatelo sesto senso se volete, ma di certo il loro modo di rapportarsi con il mondo che ci circonda, grazie ai sensi sviluppati diversamente dai nostri, è peculiare e non corrisponde esattamente a quello umano, ne consegue che non sempre quello che per noi è invisibile lo sia anche per loro.



POSTA UN COMMENTO