gatto-american-shorthair

Il gatto American Shorthair è un delizioso micetto a pelo corto che è capace di dimostrare tanto affetto nei confronti del proprio padrone. L’americano a pelo corto è molto probabilmente una delle migliori razze di gatti da appartamento. La razza American Shorthair è molto intelligente e affettuosa e pur essendo un cacciatore naturale, si adatta davvero molto bene alla vita all’interno di un appartamento. Ama essere coccolato in modo particolare ed è l’ideale per chi ha dei bambini piccoli. Questo batuffolo dai peli duri, è un adorabile saltatore che non disdegna la fase di gioco più scatenata, se adeguatamente sollecitato.

Il Gatto American Shorthair

La storia

A quanto pare, pure non essendo sulla lista dei passeggeri, sembrerebbe proprio che dei gatti American Shorthair fossero a bordo della Mayflower per scacciare i topi che avrebbero potuto mangiare le provviste e inevitabilmente portare e diffondere le malattie tra i passeggeri.

Quindi, parrebbe che esistessero già da prima del 1620. Naturalmente, quei gatti che hanno scoperto quasi per primi il Nuovo Mondo, sono degli antenati di quelli che possiamo ammirare oggi all’interno di diverse case sparse in tutto il mondo.

Particolarmente apprezzati anche sulla terra ferma, grazie alle loro qualità di cacciatori, gli American Shorthair sono diventati ben presto parte integrante delle famiglie di contadini su tutto il territorio americano. Nel 1895 sono stati portati per la prima volta ad una esibizione e nel 1906 sono stati ufficialmente riconosciuti come razza a tutti gli effetti. Il pedigree arrivò definitivamente nel 1966.

La taglia

il-gatto-americano-dal-pelo-corto

Per quanto riguarda il peso di questo amabile micetto dallo sguardo tenero ma deciso, si precisa che si va da un minimo di 3 kg fino ad un massimo di 5,5 kg. Come avviene di solito, anche in questo caso le femmine sono leggermente più piccole dei maschi e tenderanno quindi a pesare meno. Si raccomanda comunque di tenere d’occhio la dieta, al fine di mantenere il vostro micio in buona salute. Se dovesse superare una cerata soglia di peso, si raccomanda una visita dal veterinario che potrebbe darvi dei consigli preziosi.

Il carattere gatto American Shorthair

Pur non dimenticandosi affatto del suo carattere da cacciatore, oggi, la razza di American shorthair è più propensa ad essere un affettuoso e simpatico amico di famiglia. Possiamo dire che ai ponti delle navi preferisce di gran lunga un comodo divano in salotto. Il carattere è quindi quello di un gatto piuttosto calmo, che però non rinuncia mai ad un po’ di gioco, quando stimolato in maniera sufficiente.

Fatelo sfogare di tanto in tanto, anche per permettergli di mantenere il peso forma. Non è sicuramente il tipo di gatto che si nasconde sotto il letto quando arriva qualcuno in visita e, anzi, sarà il curiosone che dà loro il benvenuto. Adora stare vicino ai suoi compagni umani, anche se verrà sul vostro grembo solamente quando lo vorrà lui. È molto probabile che si piazzi ai piedi del vostro letto, oppure in fondo al divano, per avere un po’ di compagnia, mantenendo comunque i suoi spazi.

La salute

Per quanto riguarda la salute, bisogna dire che questo tipo di razza di gatto a pelo corto, gode di una condizione che potremmo definire più che soddisfacente. L’unica cosa alla quale dovreste prestare un po’ di attenzione, è un disturbo che tende ad affliggere questo tipo di gatto di razza americana, ovvero un possibile problema al cuore. Assicuratevi, attraverso delle visite periodiche dal vostro veterinario, che non vi siano difficoltà cardiache e vedrete che potrà vivere a lungo e in splendida forma.

La cura

american-shorthair

Una cosa positiva del pelo dell’American Shorthair è che si tratta di una tipologia che si cura piuttosto facilmente. Dovrete adoperarvi un po’ per pettinarlo e spazzolarlo con frequenza almeno un paio di volte a settimana per rimuovere tutti quei peli morti che si tendono ad accumulare sulla sua pelle o, purtroppo, anche sul divano di casa. Naturalmente il clima e il periodo dell’anno incideranno molto sulla quantità di pelo che è propenso a perdere.

Anche se può sembrare un po’ curioso, dovreste lavargli i denti per prevenire una eventuale malattia paradontale. L’igiene dentale quotidiana è la cosa migliore, ma anche una spazzolata una volta in settimana è meglio di niente. Si raccomanda di tagliare le unghie anche una volta ogni due settimane. Per quanto riguarda la pulizia degli occhi, potreste usare un panno morbido e umido per rimuovere eventuali perdite e prevenire il formarsi di crosticine. Usate un panno diverso o una zona differente del panno per ciascun occhio in modo da non correre il rischio di diffondere una eventuale infezione. Controllate le orecchie settimanalmente. Se sembrano sporche, cercate di pulirle con un batuffolo di cotone o un panno morbido inumidito con una miscela 50-50 di aceto di mele e acqua calda. Evitate l’uso di bastoncini di cotone, che possono danneggiare l’interno dell’orecchio.

L’American Shorthair è una buona “forchetta” e potrebbe facilmente aumentare di peso, tanto da essere un vero e proprio problema di salute. Per prevenire l’obesità, cercate sempre di misurare il cibo che gli state per dare ed evitate invece di fargli trovare sempre la ciotola piena.

Vi consigliamo inoltre di mantenere la lettiera perfettamente pulita. I gatti sono molto attenti all’igiene personale e ovviamente avere un posto dove poter espletare i propri bisogni che sia tenuto bene è davvero fondamentale.

Questo gatto è chiaramente un gatto d’appartamento, ma se disponete di un giardino, ve ne sarà davvero molto grato. Cercate sempre di mettere in sicurezza il perimetro, sia per proteggerlo da altri animali, che da qualche passante che vedendo un micio così bello, potrebbe avere la tentazione di portarselo a casa.

Il colore del manto e la cura del pelo

Il gatto di razza americana ha il corpo di un gatto che è solito a stare sempre in azione: definito, muscoloso e forte. La sua corporatura gli dà l’agilità e la resistenza necessarie di cui ha bisogno come uno scalatore di prim’ordine, e le sue gambe molto muscolose lo rendono capace di fare dei salti incredibili e di arrampicarsi su vette piuttosto alte per agguantare la sua preda preferita. Stiamo parlando di un gatto di taglia da media a grande, leggermente più lungo rispetto alla sua altezza.

Una delle caratteristiche principali dell’American Shorthair è la sua grande testa con la faccia che mostra delle guance piuttosto pienotte che concedono a questo tipo di gatto un’espressione dolce e particolarmente affettuosa. Ha orecchie di taglia media, leggermente arrotondate in punta e occhi grandi e larghi.

Il suo manto corto e spesso dispone di una notevole varietà di colori e fantasie. Il classico colore tabby argento è probabilmente il più popolare di tutti, anche se ne esistono alcune varianti più tendenti al marroncino o altri che hanno una certa prevalenza del colore bianco.

I bambini e gli altri animali

Ci troviamo di fronte ad una scelta a dir poco eccellente per quanto riguarda una famiglia con dei bambini. Grazie al suo carattere piuttosto calmo e tranquillo e la voglia di giocare quando viene stimolato a dovere, potrebbe renderlo a tutti gli effetti il compagno di gioco ideale per tutti quei bambini vispi che hanno bisogno di sfogare anch’essi le loro energie. Questo tipo di gatto va anche molto d’accordo con i cani, soprattutto quelli più tranquilli, che non gli danno eccessivo fastidio. Da questo punto di vista, molto probabilmente un cane di taglia un po’ più grande potrebbe essere più rispettoso/timoroso e quindi farsi decisamente di più gli affari suoi.

Pur essendo un cacciatore eccezionale, se abituato sin da cucciolo, potrebbe anche trovarsi piuttosto bene a condividere i suoi spazi con uccellini e altri animali più piccoli, che altrimenti potrebbe anche considerare prede gustose da attaccare senza alcuna pietà. Ricordiamo a tutti che far convivere due animali o più, è un processo che va portato avanti con estrema calma e pazienza e che purtroppo, non sempre può funzionare nel modo sperato. Molto dipenderà naturalmente anche dal carattere che ha un determinato gatto, quindi c’è comunque un elemento di soggettività che non va sottovalutato.

Domande frequenti

1. Qual è la differenza tra uno shorthair americano e uno shorthair domestico?

La maggior parte di noi ha posseduto o incontrato un gatto dal pelo corto domestico, un gatto che ricorda da vicino quello col pedigree: l’American Shorthair. L’unica differenza tra le due razze: a differenza dei gatti domestici, che si presentano con una varietà di look, l’American Shorthair partorisce gattini con lo stesso aspetto distintivo.

2. L’American Shorthair è ipoallergenico?

Per quanto riguarda la questione del fattore ipoallergenico per questa razza, la risposta è purtroppo no. Il manto è piuttosto denso e di conseguenza si troverà pelo sparso in giro per casa. È importante pettinare e spazzolare il manto frequentemente.

3. I gatti American Shorthair perdono molto pelo?

La maggior parte degli American Shorthair ha un pelo corto e denso che non richiede alcuna cura speciale. Lo spargimento di pelo è generalmente moderato e poiché il Shorthair è di natura piuttosto accondiscendente, consentirà prontamente una bella spazzolata, che gli permetterà di avere una lucentezza bella e sana.

POSTA UN COMMENTO