Miglior-Guinzaglio-per-Cani

Una bella passeggiata nel parco con il proprio cane è un momento prezioso sia per lui che per il padrone. In quanti di noi si sono riusciti a mantenere in forma grazie alle uscite con Fido? Ma quando andiamo in giro con il nostro cane è essenziale metterlo in sicurezza con un buon guinzaglio. Anche questo settore è saturo di alternative e scegliere quello adatto alle nostre esigenze può essere un po’ complicato, così abbiamo pensato di approfondire l’argomento…

I Migliori Guinzagli per Cani

Qual è il Miglior Guinzaglio per Cani?

Anche in questo articolo abbiamo scelto uno dei temi più comuni fra i possessori di cani e ci siamo impegnati per analizzarlo nelle sue diverse prospettive. Come prima cosa abbiamo raccolto alcuni modelli diversi di guinzaglio per cani analizzandone le peculiarità, così da conoscere meglio cosa offrono i diversi modelli prima di procedere con l’acquisto, nella speranza di aiutarvi nella scelta del miglior guinzaglio per cane!

Qui di seguito ti presentiamo i migliori bagni di paraffina:

1. Guinzaglio per cani taglia grande JBYAMUK

Un bellissimo guinzaglio in nylon con impugnatura imbottita, è adatto ai cani di taglia grande ed è strutturato internamente per resistere ai morsi. È un modello leggero con ganci in metallo con rotazione a 360°. È fatto apposta per non attorcigliarsi su sé stesso ed ha dei dettagli catarifrangenti per la visione notturna. Ha una lunghezza totale di 1,50 m e uno spessore di 2,5 cm.

2. Guinzaglio per cani taglia piccola Peteast

Questo guinzaglio retrattile ha una lunghezza complessiva di 5 metri. È realizzato in plastica ABS molto resistente, ha una maniglia ergonomica e il cordoncino è in nylon a doppia cucitura. È leggero e confortevole. È un modello economico e affidabile che consigliamo ai proprietari di cani non più grandi di 20 kg di peso.

3. Guinzaglio per cani allungabile Flexi

Simile al precedente ma indicata per cani fino a 50 kg di peso, è un prodotto di qualità tedesca che soddisfa tutte le esigenze dei nostri amici cani. Questo guinzaglio ha diversi accessori con cui può essere personalizzato, disponibili sul sito del produttore, è un guinzaglio retrattile intuitivo e leggero, con un tasto di bloccaggio molto affidabile. Il costo è in linea con un buono standard qualità prezzo.

4. Guinzaglio per cani in cuoio Schnüffelfreunde

Per i padroni più eleganti senza limiti di spesa, segnaliamo questo guinzaglio in vera pelle cucita a mano. Ha una lunghezza complessiva di 2,50 m ma può essere regolata su 3 misure intermedie. Duraturo e maneggevole, ha un’impugnatura leggermente imbottita per facilitarne la presa. Si adatta ad ogni razza e taglia di cane, dal più piccolo al più grande.

5. Guinzaglio per cani doppio YOUTHINK

Un guinzaglio doppio in nylon colorato, resistente e leggero. È adatto ai cani fino a 50 kg ed è dotato di chiusura anti attorcigliamento con gancio che ruota su sé stesso a 360°. Ha componenti catarifrangenti per la visione notturna, è lungo circa 2,30 m e soprattutto ha due comode maniglie ad altezze diverse per ridurre in un facile movimento la lunghezza del guinzaglio.

6. Guinzaglio per cani 3m Kaka Mall

Semplice ma molto carino ed efficace, questo guinzaglio in nylon è tutto imbottito per ridurre l’impatto della tirata. È interamente riflettente, di una lunghezza complessiva di 110cm, si adatta a tutti i tipi di cani grazie all’ottima qualità dei materiali. Ha anche una piccola etichetta per il nome/n. tel sul bordo interno del cordoncino.

Che tipo di modello guinzaglio per cani scegliere?

 

Guinzaglio-per-Cani

Ci sono i modelli migliori per il training e quelli più indicati per un giro rilassante nel parco, per strada o da tenersi comodamente in auto per ogni evenienza. Utilizzare il guinzaglio giusto per la giusta occasione è importante per il cane e quindi abbiamo preparato una breve panoramica sulle qualità di ognuno:

  • Modello Standard i “guinzagli standard” sono quelli con un solo cordoncino fisso a collegare il cane al padrone, senza possibilità di allungare o accorciare la lunghezza. Questo tipo di guinzagli offrono maggiore controllo sul cane perché siamo noi a definire lo spazio che avrà a disposizione per esplorare. È particolarmente indicato per la strada, quando dobbiamo essere certi di avere sempre la massima reattività in caso di incontri imprevisti o reazioni improvvise.
  • Modello Retrattilequesto modello di guinzaglio è sicuramente il più diffuso fra i proprietari di cani grazie alla sua versatilità, nonostante non siano pochi gli esperti che ne sconsigliano l’uso a causa della troppa libertà che lascia al cane… anche se è proprio la grande libertà di movimento l’aspetto che lo fa preferire ai tanti padroni che lo scelgono volta dopo volta.

In effetti questa grande libertà è un aspetto controverso perché maggiore è la distanza fra il cane il suo padrone il minore sarà il controllo esercitato dall’uomo sul suo animale, un aspetto che può esporre il nostro amico a quattro zampe a numerosi pericoli come ad esempio macchine o biciclette che arrivano improvvisamente di fronte a lui rischiando di travolgerlo, altri cani che possono innervosirlo, ecc…

In queste situazioni l’unico modo per riuscire ad intervenire efficacemente sarebbe accorciare la lunghezza del cordoncino e con un modello retrattile alla massima estensione potrebbe non essere possibile. Con questo non vogliamo dire che i guinzagli retrattili non vadano usati, anzi, ma dobbiamo considerare innanzitutto il carattere del nostro cane e assicurarci che risponda ai comandi importanti per riuscire a bloccarlo in situazioni di pericolo. Per un cane di indole tranquilla e bene educato al guinzaglio, il modello retrattile è il massimo della vita perché gli permette di esplorare in piena libertà l’ambiente circostante e di interagire con gli stimoli ambientali senza l’interferenza del padrone

  • Modello Regolabile questo tipo di guinzaglio unisce il controllo dei guinzagli standard alla flessibilità di quelli retrattili. Di solito possono estendersi fino a circa 2 m di lunghezza, con la possibilità di aggiungere o ridurre lo spazio d’azione regolando il cursore o il gancio.

Panoramica dei Materiali Usati

Ora che abbiamo analizzato tutti i tipi di guinzagli per cani analizziamo i pro e i contro dei diversi materiali con cui sono realizzati.

  • Pelle – è un materiale molto resistente e anche uno dei più comodi da stringere nella mano, tuttavia tendono ad essere più costosi rispetto agli altri e richiedono anche un certo livello di manutenzione nel tempo. Non è un materiale particolarmente resistente se il nostro cane è un masticatore per cui valutiamo questo aspetto prima di investire in un guinzaglio in pelle.
  • Nylon – è un materiale estremamente comune, direi il più diffuso oggi come oggi. Durevole e poco costoso, non si rovina con la pioggia o l’eccessivo caldo ma sarà sempre meglio controllarne lo stato di usura con una certa regolarità perché la continua frizione con il tempo lo rende più fragile agli strappi.
  • Catena – fra le 3 alternative è l’unica davvero resistente per i cani che tendono a masticare compulsivamente i tessuti. È un modello che purtroppo ha alcuni svantaggi ad esempio è più pesante e per questo può diventarci scomodo nelle lunghe passeggiate inoltre non ha elasticità e quando strattonato produce un effetto brusco sul corpo del nostro amico.

Scegliere la Lunghezza Giusta

Come abbiamo visto ogni tipologia di guinzaglio ha una sua lunghezza media. Più è corta e maggiore sarà il controllo sul nostro amico cane. I guinzagli più corti sono i più indicati per il training, se cerchiamo un modello per questa ragione. I modelli retrattili di solito sono dotati di un blocco della lunghezza e questo ci permetterà di regolarci in base all’ambiente da esplorare oltre che allo scopo della passeggiata

Scegliere lo Spessore Giusto

Se il nostro cane è un masticatore compulsivo dovremo necessariamente orientarci verso un modello resistente ma considerare lo spessore del guinzaglio non è utile solo in queste circostanze particolari, in base allo spessore infatti il guinzaglio sarà più morbido o rigido e di conseguenza la sua “strattonatura” sarà più vigorosa o morbida. Commisuriamo sempre lo spessore del cordoncino (o della catena) alla taglia del nostro cane, alla sua forza, al controllo che vogliamo impartire.

Allungabile Quanto?

  • 1-1.50 m – è una lunghezza giusta per la città e il traffico. Ci permette di avere un ottimo controllo sul nostro cane ed è anche una lunghezza giusta per allenare il nostro compagno a quattro zampe a stare al nostro fianco e al nostro passo.
  • 2 m – una misura ideale per un giretto nel parco e nelle strade poco trafficate. La lunghezza in più permette al cane di esplorare i dintorni senza il rischio di mettersi in situazioni di pericolo.
  • 5-3 m – alcuni esperti trainer consigliano questa misura per allenare il cane ad obbedire perché concede all’animale una certa distanza dal padrone ma lasciando al padrone ancora un certo controllo.
  • Oltre 3 m – i guinzagli così lunghi sono perfetti per allenare il cane a comandi a distanza come, ad esempio, il riporto ma sono anche perfetti per lasciare al cane la libertà di esplorare l’ambiente in modo indipendente.

Abituare il Cane al Guinzaglio

 

Cane-guinzaglio

Molti cani sono tranquilli quando li attacchiamo alla pettorina ma ce ne sono molti altri che hanno bisogno di essere abituati a camminare al guinzaglio. Come avevamo visto anche nel precedente articolo sulle Migliori Cinture di Sicurezza per Cani, per abituarlo sarà necessario procedere per gradi, senza imporsi e senza usare la forza. Insegnare a un cane a fare qualcosa o a rispettare un certo comportamento può essere frustrante per il padrone, soprattutto all’inizio. I cani sono animali pieni di personalità, si distraggono, giocano, molti sono particolarmente testardi… ma con il giusto atteggiamento niente è impossibile. Pazienza, amore e sorriso sono le nostre armi vincenti!

  • Facciamo famigliarizzare il nostro cane con il guinzaglio e la pettorina. Lasciamoglieli annusare e facciamoglieli vedere per un po’ lasciandoli sul pavimento. Se il cane vorrà giocarci, lasciamolo fare. Deve imparare a vederli come oggetti innocui, quotidiani..
  • Il passaggio successivo sarà far indossare la pettorina al cane e lasciargliela per un po’. Se vediamo che ha fastidio, togliamola dopo qualche minuto e diamogli un premietto. Dobbiamo sempre incentivare il suo comportamento positivo ma anche gli sforzi che fa per accontentarci.
  • Quando si sarà abituato a tenere addosso la pettorina e il guinzaglio, lasciandolo morbido, facciamo qualche passo indietro e facciamolo venire verso di noi. Premiamolo con un biscottino. Ripetiamo più volte. Possiamo fare anche qualche piccolo giochino per tenerlo invogliato.
  • Allunghiamo sempre più la distanza e magari portiamolo anche in stanze diverse della casa in modo che abbia già “passeggiato” con noi. Continuiamo a portarlo con noi per casa finché non si sarà del tutto abituato. Ora potremo iniziare a portarlo all’aperto, prima in giardino (se l’abbiamo) o nel vialetto di casa, poi un breve giretto nella via, poi un giro per il quartiere… Ogni volta elargiamo un premietto e facciamogli molti complimenti.

Consigli per Passeggiare al Guinzaglio con il Cane

Ora che il nostro cagnolino (o cagnolone) è abituato a pettorina e guinzaglio, potremo goderci tante passeggiate con lui. Abbiamo raccolto qualche consiglio utile per voi:

  • Facciamogli fare passeggiate di almeno 30 minuti. Ovviamente dovremo tenere in considerazione la salute del cane ma se è nel pieno delle sue forze ed energie, permettiamogli di sfogarle con delle belle corse al parco o delle lunghe passeggiate insieme.
  • Portiamo con noi una ciotola e una bottiglietta d’acqua fresca. Soprattutto nelle giornate estive è giusto essere pronti per abbeverarlo ma anche per rinfrescarlo un po’ se il sole è particolarmente battente. È una buona abitudine non solo per l’estate, se siamo abituati a fare percorsi di diversi chilometri è bene partire organizzati.
  • Facciamo qualche pausa. Osserviamo il comportamento del nostro cane e alterniamo momenti di gioco a momenti di passeggiata ma anche a momenti di pausa.
  • Siamo sempre vigili a ciò che mette in bocca. È molto triste ma sappiamo che il rischio di trovare bocconi avvelenati purtroppo c’è… anche per questo è importante che il cane risponda ai comandi, un “no” potrebbe salvargli la vita. Teniamo sempre gli occhi aperti e, se possibile, facciamo un primo giro d’ispezione noi nell’area per assicurarci che non ci siano zone pericolose o oggetti anomali.
  • Portiamo con noi un rinforzo positivo, che siano dolcetti o il suo gioco preferito o tantissimi complimenti. Ricompensiamolo sempre ogni volta che risponde a un comando o si comporta bene, giochiamo con lui e dimostriamo di apprezzare tutti i suoi sforzi.

FAQ

🐕 1. Quanto costa in media un guinzaglio per cane?

I guinzagli per cane possono costare dai 10 Euro fino a oltre i 50 Euro, a seconda del modello, della marca e delle funzioni offerte.

🐕 2. È meglio un guinzaglio fisso o uno retrattile?

Dipende dalle esigenze. Un guinzaglio corto è più adatto alla città per il maggiore controllo che offre, quello retrattile è più versatile e permette una maggiore libertà del cane, soprattutto al parco.

🐕 3. Sarebbe meglio lasciare sempre il collare al cane?

Possiamo sempre lasciare un collare al collo del cane, se a lui non da’ fastidio. È utile per poter lasciare anche una medaglietta identificativa nel caso in cui si perda. Al contrario una pettorina non va lasciata tutto il giorno indosso ma solo quando necessario per uscire.

🐕 4. Tirare il guinzaglio non fa male al cane?

Sconsigliamo di usare un guinzaglio al collare, preferiamo sempre l’uso di una pettorina che distribuisce l’urto dello strattone sul corpo.

POSTA UN COMMENTO