Le 7 migliori cinture di sicurezza per cani

Da diverso tempo ormai è obbligatorio utilizzare le cinture di sicurezza per cani quando li portiamo con noi in auto oppure l’animale dovrà viaggiare nel trasportino, nel bagagliaio o sui sedili posteriori purché separato da una rete di sicurezza. (Art. 169. Trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore)

Ma come scegliere le migliori cinture di sicurezza per cani e come si devono usare?

Esploriamo alcuni modelli in commercio e proviamo a rispondere insieme a queste domande.

Le migliori cinture di sicurezza per cani

Qual è la miglior cintura di sicurezza per cani?

Al di là degli obblighi di legge una cintura di sicurezza per cani omologata ci assicura che il nostro amico sia protetto durante il viaggio. Inoltre aiuta a contenere i movimenti cane che, agitandosi, potrebbe portarci a fare manovre brusche e pericolose.

Una buona cintura di sicurezza per cani deve potersi agganciare e sganciare con un click, sdoppiandosi anche da pettorina a cui attaccare il guinzaglio una volta raggiunta la nostra destinazione. Per aiutarti a scegliere il modello giusto, abbiamo creato una lista delle migliori cinture di sicurezza per cani con recensioni delle caratteristiche.

Qui di seguito ti presentiamo le migliori cinture di sicurezza per cani:

1. Cintura sicurezza cani Umi

Il tuo amico a quattro zampe non sta mai fermo durante gli spostamenti? Allora mettigli la sua pettorina e imbracalo con questa cintura di sicurezza universale (non è però utilizzabile con i veicoli Volvo).

La sua manutenzione è molto pratica, basta lavarla in lavatrice selezionando um ciclo delicato, a freddo. La misure della cinghia sono pari a  2,5 x 42-65 centimetri.

2. Cintura di Sicurezza per Cani Toozey

Simile al precedente, anche questo modello è inviato in 2 pezzi e ha una chiusura a moschettone e un gancio universale. Interamente in nylon di ottima qualità, ammortizza gli urti grazie all’elastico interno e su tutta la lunghezza ha delle cuciture in filo riflettente che permettono di controllare la posizione del cane anche di notte con un semplice colpo d’occhio. Ha una lunghezza regolabile di 50-75 cm, leggermente più corto del precedente.

3. Cintura Sicurezza Cani per Auto Kurgo

Adatta a cani di qualsiasi taglia, questa cintura di sicurezza tiene ben saldo il tuo cucciolone senza ostacolarlo nei movimenti.  Si può utilizzare con qualsiasi tipo di collare o pettorina (nella confezione è incluso anche il gancio) ed è regolabile a partire da 38 centimetri fino a un massimo di 56 centimetri.

È adatto a tutti i veicoli (tranne Volvo e furgoni Ford per cui sono necessarie specifiche cinture sicurezza per cani omologate) ed è coperto da una garanzia a vita.

4. Cintura di sicurezza per cani Iokheira Bungee

È un  prodotto multiuso, che si può utilizzare come guinzaglio e come cintura di sicurezza in auto. Robusta e nello stesso tempo leggera, ha una struttura elastica. È fornita di un moschettone prodotto in lega di alluminio aeronautico, estremamente resistente e leggero, con una capacità di trazione di 350 kg. La tecnologia Zero Shock favorisce l’ammortizzazione.

La lunghezza è regolabile da 1,2 metri a 1,5 metri, ideale per ogni taglia. Le sue strisce catarifrangenti rendono sicure le passeggiate notturne.

5. Cintura di Sicurezza Regolabile Keku

Un altro modello non anti-shock che serve unicamente per tenere il cane fermo in auto. Consigliato soprattutto per i cani di piccola-media taglia, non ha la qualità di una cintura omologata e certificata.

Sono cinture di sicurezza economiche di qualità commisurata al basso prezzo. Al contrario di modelli simili questo seti di cinture di sicurezza non hanno parti riflettenti, inoltre molti acquirenti lamentano cuciture poco solide. Un prodotto che consigliamo come cintura di scorta e da utilizzare unicamente in città per spostamenti brevi.

6. Cintura per Cani 60 cm Nauftech

Se sei alla ricerca di cinture di sicurezza per cani di piccola taglia, questo prodotto potebbe fare al caso tuo. Ha una lunghezza regolabile che passa dai 40 ai 60 cm, perfetta per le auto con spazio limitato. Il prezzo è molto conveniente, tuttavia dobbiamo considerare che è sprovvista di elastico anti-shock.

7. Cintura di sicurezza per cani Arcaplanet

Adatta a tutti i modelli di auto, è realizzata in resistente nylon con una parte finale elastica, che consente di ammortizzare eventuali tensioni. Nella confezione è presente anche un moschettone per agganciarlo alla pettorina senza attorcigliamenti.

Viene proposta in due versioni: la prima ha una lunghezza di 37 – 50 cm, una larghezza di 25 mm e può essere utilizzata con cani di peso massimo pari a 35 kg; la seconda ha una lunghezza di 50 cm, una larghezza di 40 mm ed è adatta per cani fino a 45kg.

Acquista su Arcaplanet

Aspetti da considerare prima di comprare una cintura di sicurezza per cane

Cintura-di-Sicurezza-per-Cani

 

  • Controllo del Crash Test

Un fattore importantissimo è che la cintura di sicurezza per cani che stai acquistando sia stata certificata tramite un crash test. Grazie a questo tipo di certificazione sapremo che il prodotto non è solo una striscia di nylon con due ganci alle estremità ma che è davvero in grado di resistere agli urti più forti proteggendo il nostro cane.

In realtà la maggior parte dei prodotti in commercio oggi come oggi non hanno questa certificazione, sono utili solamente a contenere i movimenti del cane per evitare che interferisca con la guida.

  • Qualità della fattura

Non solo sono importanti i livelli qualitativi dei materiali utilizzati ma anche la qualità della fattura di una buona cintura di sicurezza per cani. Se il nylon utilizzato può sostenere un impatto molto violento ma le cuciture che lo uniscono all’aggancio dell’auto si rompono con l’impatto, il nostro cane non sarà protetto.

  • Sicuro anche da usare come guinzaglio

Una buona cintura di sicurezza per cani deve facilitarci la vita. Dobbiamo poterla agganciare e sganciare facilmente ma non sempre dove la sganciamo è un luogo sicuro. È importante che si possa utilizzare anche come guinzaglio, in questo modo il nostro amico sarà al sicuro da traffico e spaventi improvvisi che potrebbero farlo scappare in quei pochi istanti in cui è slegato.

  • Versatilità

Facciamo mente locale ai vari collari, pettorine, dispositivi… e assicuriamoci che la cintura di sicurezza per cani che stiamo per acquistare sia utilizzabile con tutti. È importante poter fare completo affidamento sulla compatibilità e sulla versatilità del prodotto perché avremo il vero controllo su ogni situazione, senza brutte sorprese.

  • Facile da usare

Lo abbiamo già ripetuto più volte in questo articolo ma questo strumento di sicurezza deve servire a proteggere il nostro cane dagli urti però deve essere anche facile da utilizzare. Scegliamo un modello con meccanismi semplici che richiedano il minor sforzo possibile.

Come abituare il cane alla cintura di sicurezza per cani?

 

cintura di sicurezza per cani

Come avevamo spiegato anche nell’articolo sui Migliori sacchi a pelo per cani, le tecniche per far abituare il proprio cane a un nuovo prodotto importante per il loro benessere sono grossomodo le stesse.

  1. Lasciamolo famigliarizzare con la cintura: come prima cosa dovremo presentare il nuovo oggetto al nostro piccolo amico e lasciargli il tempo di famigliarizzare con lui. Facciamoglielo annusare e osserviamo la sua reazione. Se il cane si dimostra sereno e curioso, tutto bene! Possiamo passare alla fase due: si va in camerino!
  2. Prova a casa: ovviamente sarete a casa quindi niente camerino… ma in questa fase proveremo a lasciarlo girare per casa per una decina di minuti con il nuovo acquisto. Anche se il cane ci sembra tranquillo e privo di reazioni nervose, facciamo ancora qualche prova nell’arco della giornata, giusto per sicurezza.
  3. Prova in auto: se tutto va bene, possiamo provare a portarlo in auto. Portiamo il nostro amico a fare un giro breve vicino a casa e diamogli qualche ricompensa come premio per il suo ottimo comportamento. Non esageriamo con le distanze, siamo ancora in fase di studio ed è bene non esagerare.

Continuiamo per diversi giorni a fare brevi percorsi  con la nuova pettorina/guinzaglio – a seconda del modello scelto – fino a che proprio non saremo certi che si sia abituato.

Consigli per viaggiare con il cane in auto

Distinguiamo fra brevi tragitti e i veri e propri viaggi in auto.

  • Viaggi brevi: per le brevi tratte in città gli aspetti fondamentali sono sicurezza e benessere del proprio animale. Assicuriamoci solamente che il cane sia ben legato alla cintura, portiamo con noi i documenti del cane, verifichiamo che sul sedile o nella cappelliera non ci sia nulla che possa cadergli addosso ferendolo e il viaggio dovrebbe essere senza problemi.
  • Viaggi lunghi: per i viaggi lunghi è necessario prendere maggiori precauzioni. Portiamo con noi le medicine in quantità un po’ più abbondante rispetto alla prescrizione, come sicurezza. In auto teniamo a portata di mano il suo cibo, dell’acqua fresca e delle ciotole. Se il viaggio richiede lunghe ore in autostrada, teniamo sul sedile anche un tappetino igienico perché se ci fosse impossibile fermarci in tempo almeno il nostro cane avrà uno spazio dove liberarsi.

In ogni caso è raccomandabile fare una sosta di almeno 20 minuti ogni 2-3 ore di viaggio per far sgranchire le zampe al nostro compagno, rifocillarlo, fargli fare i bisogni e – soprattutto se è un cucciolo molto attivo – fargli scaricare un po’ di energie così da evitare che diventi irrequieto in macchina.

In viaggio possono essere estremamente utili le borracce per cani dotate di porta crocchette e ciotola pieghevole. Usarle è facilissimo e molto conveniente dato che tutto è contenuto in un unico recipiente che occupa poco spazio.

Se stiamo andando in vacanza con lui, prima di partire cerchiamo un veterinario nella zona e assicuriamoci che sia adatto alle nostre esigenze.

  • Prepariamo il nostro cane al viaggio

Sono molti i cani che soffrono il mal d’auto, assicuriamoci di dargli da mangiare un paio d’ore prima di partire in questo modo avrà il tempo di digerire e meno possibilità che stia male. Prima di sistemarlo in macchina, soprattutto se il viaggio richiede più di qualche ora, facciamogli fare una lunga passeggiata in cui smaltire un po’ di energie e rilassarsi. In auto sarà più tranquillo, magari riuscirà anche a dormire.

Una volta arrivati a destinazione, cerchiamo di mantenere il più possibile la sua routine quotidiana. Non sarà possibile replicare esattamente orari e attività ma non scombussoliamo, per esempio, gli orari dei pasti e delle uscite, soprattutto non riduciamo il tempo delle passeggiate – potrebbe diventare davvero molto insofferente e sentirsi ancora più spaesato.

Può darsi che non siamo in viaggio di piacere ma di lavoro e il tempo potrebbe essere risicato dal sovraccarico di impegni… riuscire a portarlo a spasso nella pausa pranzo come è sua abitudine può essere una missione impossibile. In queste circostanze una soluzione può essere contattare un dog sitter o una persona incaricata di portare a spasso il nostro cane, mantenendo il più possibile la fascia d’orario abituale.

Controlliamo le previsioni meteo della nostra destinazione e facciamo la valigia di fido di conseguenza. Può darsi che siano segnalate ondate di caldo eccezionali o nevicate impreviste, acquazzoni torrenziali, trombe d’aria… Ora, non voglio essere catastrofista ma un’occhiata al meteo ci permetterebbe di impacchettare quell’impermeabile che altrimenti avremmo dimenticato!

  • Controlliamo di essere in regola con le vaccinazioni e il ciclo antiparassitario

Prenotiamo un albergo che siamo certi accetti animali domestici e prima di disfare i bagagli e liberare fido per l’ispezione degli ambienti. Ispezioniamo la stanza per identificare potenziali rischi per il suo benessere (es. prese scoperte, soprammobili a rischio caduta, finestre non in sicurezza…) e segnalare danni evidenti nella camera che, a posteriori, la struttura potrebbe addebitare a noi.

Non lasciamo mai il nostro cane da solo in macchina senza aver acceso l’aria condizionata. In una giornata calda bastano davvero pochi istanti per trasformare l’abitacolo in un forno. Al contrario, in una giornata molto fredda, senza riscaldamento acceso l’auto diventerà un congelatore.

Un’accortezza, se proprio dobbiamo assentarci e lasciarlo in auto è la soluzione migliore per lui, oltre ad accendere l’aria condizionata o il riscaldamento, lasciamo una nota scritta su un foglio per avvisare i passanti preoccupati che Fido sta bene, ha aria fresca/calda a disposizione e che sarete di ritorno in pochi istanti.

Può sembrare una sciocchezza ma per il bene del cane un passante particolarmente solerte potrebbe arrischiarsi a rompere il finestrino o a chiamare le autorità.

  • Cosa fare se il cane deve viaggiare in aereo

Cerchiamo di scegliere solo tratte dirette, se possibile. Le ore di viaggio saranno minori così come il rischio che il nostro cane sia lasciato in balia del caldo o del freddo in attesa di essere caricato a bordo.

Verifichiamo che il trasportino che vogliamo utilizzare (o acquistare) sia delle misure e della forma consentita. Leggiamo con attenzione sul sito della compagnia aerea le informazioni specifiche in merito e, se necessario, chiamiamo il numero dell’assistenza per avere ulteriori informazioni.

Inseriamo un tappetino igienico (o due) sul fondo del trasportino. Noi consigliamo di scegliere dei tappetini ad alta assorbenza e ai carboni attivi che sono in grado di ridurre l’odore delle feci del nostro cagnolino. Dovendo viaggiare insieme ad altre persone dobbiamo tenere presente che non tutti saranno tolleranti e dove possibile cerchiamo di giocare d’anticipo per evitare le critiche.

Teniamoci sotto mano degli snack e i suoi giochi preferiti per confortarlo, fargli passare il tempo ed evitare che abbai o si agiti.

Importantissimo: sia che viaggi in stiva che stia accanto a noi sul sedile, attacchiamo un’etichetta con i suoi e i nostri dati. In caso di necessità sapremo che ci potranno contattare!

FAQ

🐩 1. Perché devo usare una cintura di sicurezza per cani?

È un dispositivo obbligatorio per legge che comunque garantisce la sicurezza del nostro amato cane. Grazie alle cinture di sicurezza li potremo far viaggiare accanto a noi, saremo certi che i loro movimenti (più o meno improvvisi) non ci intralcino durane la guida e grazie alle cinture anti-shock il nostro amico sarà più stabile, evitando di essere sballottato da un lato all’altro del sedile durante le curve.

🐩 2. Come si usa una cintura di sicurezza per cani?

Il principio è molto facile: a seconda del modello, se a pettorina o a guinzaglio, dovremo allacciare un’estremità alla pettorina del nostro cane e poi inserire l’altra nel dispositivo d’aggancio della cintura di sicurezza della vettura. Regoliamo la lunghezza affinché abbia sufficiente spazio per stare comodo e cambiare posizione, assicurandoci che non arrivi al nostro braccio e che non intralci i movimenti della guida.

🐩 3. Su quale sedile deve stare il cane in macchina?

Con la cintura di sicurezza il cane potrà viaggiare anche sul sedile del passeggero ma se preferiamo potremo sistemarlo comodamente sul sedile posteriore. Ti consigliamo di usare anche un coprisedili per cani che, oltre a raccogliere peli e sporcizia, aumenterà l’attrito sulle zampe mantenendolo più stabile sul sedile. Se non abbiamo una cintura di sicurezza allora dovremo acquistare una rete divisoria da montare fra i sedili e il tettuccio della macchina e trasportare il nostro cane o nel bagagliaio privo di cappelliera, o sul sedile posteriore. Detto ciò non dimentichiamoci che i trasportini sono il mezzo più sicuro e che li potremo trovare facilmente di tutte le dimensioni, sia in acciaio che in plastica. Se il trasportino è piccolo e vogliamo appoggiarlo sul sedile, possiamo affrancarlo con la cintura di sicurezza facendola passare attraverso la maniglia. In caso di brusca frenata o curve, eviterà che il trasportino rotoli via o si ribalti.

🐩 4. Come so se la cintura di sicurezza per cani che ho comprato va bene per il mio cane?

Come per un guinzaglio e/o per una pettorina, anche la cintura di sicurezza per cani deve essere stretta ma non troppo stretta. Una volta indossata, dovreste riuscire ad infilare due dita fra l’imbracatura e il corpo del cane.

POSTA UN COMMENTO