I 7 migliori spazzole per cani

Se abbiamo animali domestici, possedere una buona spazzola per eliminare il pelo morto e aiutare il nostro amico nei periodi di muta è assolutamente fondamentale. A prescindere dalla razza, dalla lunghezza del pelo e anche dal tipo di animale che abbiamo al nostro fianco, una tolettatura regolare è più che consigliata.

Può darsi che il nostro amico a quattro zampe non ne sia felice, soprattutto i gatti poco collaborativi, ma a fine giornata ve ne saranno lo stesso grati.

I modelli disponibili sul mercato sono davvero tanti, come scegliere la miglior spazzola per cani a misura delle nostre esigenze? Proviamo a valutare insieme.

I migliori spazzole per cani

Qual è la migliore spazzola per cani

Pelo raso, pelo duro, nodi, muta, sottopelo, pelo riccio o pelo lungo… e ancora: cane o gatto? Ogni spazzola in commercio è studiata per rispondere a un’esigenza più che a un’altra, è difficile trovarne una che sia universale e trasversale ad ogni tipo di animale, e noi di conseguenza dovremo saper scegliere quella più adatta al nostro amico peloso e soprattutto al suo tipo di mantello.

Prima di approfondire insieme l’argomento, vediamo alcuni dei modelli venduti online che hanno ottenuto le migliori recensioni.

Ecco la lista delle migliori spazzole per cani:

1. Spazzola autopulente per cani

Cominciamo con il modello che ci sembra la miglior soluzione sia per cani che per gatti con il pelo medio o lungo e dal miglior rapporto qualità prezzo.

Questa spazzola con sottili setole ricurve in acciaio è molto utile per rimuovere il pelo in eccesso e sciogliere i nodi. Simile a molti altri modelli della stessa forma, si distingue per la facilità con cui si può pulire: basta premere un pulsante sul manico e grazie a un movimento meccanico la base della spazzola spingerà fuori tutto il pelo raccolto.

2. Pecute spazzola autopulente per cani

Simile al modello precedente (e anch’esso dotato di meccanismo di pulitura facilitata) anche questa spazzola ha sottili denti metallici ma più corti e dritti.

Secondo il produttore la spazzola combina 5 utilizzi: spazzolare ed eliminare il pelo superfluo, sbrogliare le matasse, limitare la perdita di peli, aumentare la circolazione sanguigna e  miglioramento della lucentezza del pelo.

Va però sottolineato che non si adatta ai cani con pelo raso dato che la dentellatura così fine potrebbe causare irritazioni cutanee.

3. MENNYO spazzola per cani

Questa spazzola ci sembra adatta soprattutto per gatti e cani dal pelo medio-corto, anche se il produttore lo consiglia per tutti i tipi di pelo.

La principale caratteristiche di questo modello sono le punte arrotondate che proteggono la cute dell’animale durante la spazzolatura.

La superficie complessiva della spazzola è più piccola rispetto alle precedenti e anche la densità della dentellatura è meno fitta. Un modello sicuramente più delicato che consigliamo non solo per cani e gatti ma anche per altri piccoli animali da compagnia.

4. Vaxuia spazzola per cani autopulente

Questa spazzola si adatta a ogni tipo di pelo ma noi vogliamo consigliarla a chi cerca in particolar modo una spazzola per il sottopelo del cane.

I denti in acciaio inossidabile ricurvi e sottili sono ottimali a districare i grumi di pelo e a rimuovere quello in eccesso, riuscendo a ritrarsi leggermente quando la pressione sulla cute è eccessiva ed evitando di ferire l’animale.

Ottima spazzola per cani a pelo lungo, adatta anche come spazzola per cani a pelo medio ma non raso perché la dentellatura potrebbe essere troppo aggressiva per la cute.

5. EisEyen spazzola per cani Dyson V7 V8 V10

Per i fortunati possessori di un aspirapolvere Dyson modello V7, V8 o V10, segnaliamo questo accessorio studiato espressamente per spazzolare il nostro cane (o gatto) e risucchiare non solo i peli in eccesso evitando che si disperdano nell’ambiente ma anche gli allergeni e le cellule morte della pelle.

Il tubo si aggancia direttamente alla bocchetta dell’aspirapolvere, basterà spazzolare il mantello dell’animale come faremmo con una regolare spazzola ergonomica per ottenere un risultato ottimale sia per il nostro amico peloso che per il nostro soggiorno di casa. Consigliatissimo per chi soffre di allergia.

6. Spazzola per cani FURminator anti-spargimento

È quasi impossibile non conoscere il Furminator, da tanti acclamato come il re incontrastato delle spazzole cani… per gatti… per cavalli… per qualunque animale e di qualunque taglia. Cerchi una spazzola per labrador o per un terranova?

Il link riporta a un modello medio ma l’azienda offre misure e modelli per ogni esigenza.

Il principio del Furminator è brevettato e non ha paragoni. Può essere un po’ aggressivo per l’uso quotidiano su alcuni tipi di pelo ma è assolutamente imbattibile nei periodi di muta, in particolare per gli animali con tanto sottopelo.

Se il pelo rimosso da una normale spazzola è di una o due manciate per volta, il Furminator eliminerà 10 volte tanto. La spazzola per il sottopelo dei cani definitiva, soprattutto per quelli con tendenze alla formazione di nodi ostinati.

7. RCRuning-EU spazzola per cani

Un’alternativa economica e piuttosto versatile per spazzolare il pelo sia di cani che di gatti è questa spazzola con il manico ergonomico in plastica dalla pratica caratteristica di poter roteare a 360 gradi su sé stessa grazie a un aggancio rotondo fra manico e base della spazzola.

La dentellatura è in acciaio con spazi ampi fra una setola e l’altra, ognuna dotata di pallina anti-graffio sulla punta.

Un modello pensato in particolare per animali di piccola taglia con pelo medio, per rapide spazzolate quotidiane poco impegnative.

Aspetti da considerare prima di comprare una spazzola per cani

Spazzola-per-Cani

Acquistare il modello giusto di spazzola per cani è essenziale affinché sia davvero efficace e funzionale.

Deve riuscire a soddisfare le esigenze del mantello ma essere anche maneggevole per noi.

Una spazzola non idonea potrebbe strappare il pelo o restare impigliato, causando non pochi disagi se non addirittura escoriazioni alla cute del malcapitato.

La conformazione di una spazzola per cani a pelo corto ha caratteristiche diverse da una spazzola per cani a pelo lungo.

Dopo questa breve premessa, proviamo a valutare insieme tutti gli aspetti da considerare prima di acquistare la spazzola per il nostro amico a quattro zampe:

Materiale

Il materiale con cui è stato costruita la spazzola è da valutare con attenzione perché dovrà essere di buona qualità, atossico e anallergico, dovendo resistere a lungo e soprattutto entrare in contatto diretto con il corpo del nostro animale.

Non dimentichiamoci che il nostro cane (o gatto) potrebbe provare a masticarla, non dobbiamo rischiare che alcune parti finiscano per essere ingerite, in particolar modo le parti metalliche che richiederebbero una IMMEDIATA corsa dal veterinario.

  • Setole o dentellature:

A meno che non siano spazzole con setole morbide, scegliamo sempre modelli in cui è ben indicato che si tratta di acciaio inossidabile, materiale che ha meno probabilità di innescare reazioni allergiche rispetto ad altri, non arrugginisce (e quindi potremo usarlo anche durante lo shampoo), è resistente e anche molto facile da pulire.

  • Impugnatura:

Opta per modelli ergonomici realizzati in materiali antiscivolo, soprattutto se il l’animale è di taglia grande o ha peli lunghi, folti o molto nodosi.

Dimensione

Anche per la scelta della dimensione dobbiamo prendere in considerazione 2 aspetti:

  • Taglia dell’animale:

Cerchiamo di scegliere modelli di dimensione adeguata alla taglia del nostro amico a quattro zampe. Se dovremo spazzolare una coppia di cani maltesi, ad esempio, sarà meglio optare per una spazzola con la testina piccola o sarà impossibile entrare bene nel pelo o raggiungere zone difficili.

Anche se sembra un luogo comune è bene specificarlo perché molto spesso facciamo gli acquisti d’impulso, pensando che una spazzola più grande renda più veloce il processo, avendo una superficie dentellata più ampia.

  • Tipo di mantello:

Il secondo aspetto da valutare è il tipo di pelo da spazzolare. Di solito il produttore specifica sempre per quale tipo di pelo è idonea la spazzola ma in caso contrario una breve ricerca online scioglierà ogni dubbio.

Alcune razze hanno un pelo folto e ricco di sottopelo che durante i cambi stagione vengono rilasciati per tutta la casa, in particolare sulle superfici in tessuto (vestiti includi). Ci sono poi alcune razze di cani famose perché non perdono pelo, o comunque ne perdono davvero pochissimo. Sono l’ideale per i soggetti allergici.

Praticità

Come accennato nei paragrafi introduttivi, la tolettatura del pelo deve essere regolare ma non sempre essere un momento gradito al nostro amico.

Scegliere un modello di spazzola che sia maneggevole, ergonomico e rapido da pulire può facilitare la vita sia del “tolettante” che del “tolettato”.

Spazzolare il nostro cane può richiedere anche molto tempo, se il modello che abbiamo acquistato ci scivola dalla mano o sforza troppo il polso, finiremo con creare movimenti bruschi più inefficaci che altro, con il risultato che il nostro cane odierà le sessioni di spazzolatura del pelo.

Potrebbe interessarti anche: I migliori robot aspirapolvere per rimuovere i peli degli animali

Perché è importante spazzolare regolarmente il proprio cane?

Ci sono tantissime ragioni per cui è importante spazzolare con regolarità il proprio cane.

Innanzitutto nei momenti di muta ci sarà un ricambio del pelo vecchio con un pelo adeguato alla stagione e questo significa che il mantello precedente sarà eliminato in grandissima quantità e in brevissimo tempo.

Senza una buona spazzola, i peli che non raccoglieremo a mazzi per casa resteranno intrappolati sul corpo del cane, formando brutti nodi che più passerà il tempo e più sarà difficile sciogliere.

Nei casi peggiori bisognerà ricorrere alla tosatura.

Un cardatore in acciaio inossidabile riesce a raggiungere gli strati più profondi del pelo, districando il sottopelo e rimuovendo anche i peli più fini.

Molte spazzole sono realizzate appositamente per stimolare il flusso del sangue quando fatte scorrere lungo il corpo, stimolando i follicoli e migliorando la salute del pelo.

Questo tipo di spazzole sono molto utili per ridurre la perdita di pelo del proprio cane quando sono utilizzati con regolarità.

Le spazzole con denti in acciaio, o cardatori, sono molto efficaci anche per eliminare tutti i piccoli corpi estranei intrappolati nel pelo dell’animale. Ad esempio al termine di un giro in giardino o di una lunga passeggiata in spiaggia, la spazzola cardatrice eliminerà come un piccolo rastrello la sabbia, la terra e ogni piccolo e fastidiosissimo corpo estraneo dal manto.

Potrebbe interessarti anche: I migliori copridivano per cani

Spazzola tradizionale, spazzola in gomma o spazzola in metallo?

spazzola

Ti stai chiedendo come togliere il pelo morto dal cane?

In commercio troviamo tre tipi di spazzole per cani: le spazzole tradizionali con setole morbide, le spazzole in gomma e quelle con le setole in metallo.

Vediamo quale modello è più adatto a chi:

  • Spazzola cardatrice in metallo:

Come dicevamo prima, è la più completa di tutte. Si tratta di una spazzola per togliere il sottopelo che agisce in profondità e districa con efficacia i nodi, stimola la cute e favorisce il ricambio del pelo.

È una spazzola professionale dalle molte qualità, adatta (secondo le caratteristiche del prodotto specifico) ad animali adulti ma anche ai cuccioli.

  • Spazzola tradizionale con setole morbide

Proprio come i pettinini, le spazzole a setole morbide non hanno le stesse capacità di un cardatore. La loro funzione principale è puramente estetica. Sono utili per pettinare e lucidare il pelo del nostro cane, per togliere qualche piccolo nodo superficiale ma non sono in grado di svolgere tutta la parte di “grooming” indispensabile per la salute di pelo e cute.

Se cerchi una spazzola per cuccioli, quella con setole morbide è ideale perché più delicata e adatta al pelo leggero e alla loro pelle sottile. Per i cani a pelo lungo sono più indicate le spazzole con le setole più distanti mentre per i mantelli corti servono setole più fitte.

  • Spazzole in gomma

Molto comuni e acquistate in particolare per i gatti, sono spazzole-guanto che attirano il pelo morto in superficie e possono essere usate anche durante il bagnetto per massaggiare la cute, tuttavia non sono efficaci per una cura costante del pelo perché non riescono a raggiungere il sottopelo.

Sono comode e versatili, con una superficie morbida e leggermente puntellata che crea un bel massaggio e può servire a rafforzare il legame col nostro animale, a tranquillizzarlo. Unico neo è che la superficie in gomma può risultare poco piacevole a tutti gli animali. Alcuni modelli tendono a fare molto attrito sul pelo e l’animale si sentirà tirare, sensazione non gradevole.

Potrebbe interessarti anche: I migliori soffiatori per cani

FAQ

🐩 Che tipo di spazzola è preferibile utilizzare per i cani a pelo corto?

Le spazzole più comunemente utilizzate per i cani a pelo corto sono quelle con setole non troppo aggressive in acciaio inossidabile. Le spazzole con setole corte sono perfette per i cani a pelo duro ma sono anche l’ideale se il nostro amico a quattro zampe ama stare all’aria aperta e necessita di una pulizia post-passeggiata per eliminare tutto lo sporco accumulato nel pelo. I cani a pelo corto non svilupperanno nodi nel pelo ma è comunque necessario aiutare il mantello a liberarsi del pelo morto. I proprietari di cani come il Labrador sanno quanti peli sono in grado di perdere nonostante sia corto.

🐩 Quante volte dovrei spazzolare il mio cane?

A seconda del periodo dell’anno e delle necessità del cane, è consigliabile spazzolare il mantello del cane anche 3-4 volte alla settimana con una spazzola non aggressiva, e almeno una o due volte al mese con una spazzola più profonda, per togliere il pelo morto e i nodi nel sottopelo. Ogni razza ha le proprie esigenze pertanto è meglio chiedere consiglio al proprio veterinario, allevatore o tolettatore di fiducia. Possiamo prendere il momento della spazzolatura come un momento di coccola fra padrone e cane, alternando ii colpi di spazzola a un massaggio nelle aree più gradite. È un metodo molto efficace per abituare il cane alla spazzola nel caso non sia un amante della tolettatura o semplicemente si sente diffidente verso l’oggetto.

🐩 Ci sono delle spazzole che tagliano anche il pelo del cane?

In commercio sì, ci sono delle spazzole dotate di rasoio che permettono di tagliare il pelo del cane ma a meno che non si sia già molto abili con questo tipo di attrezzatura, consigliamo di affidarsi sempre a un professionista per accorciare o rasare il proprio cane. Una buona spazzola per cani sfoltirà naturalmente il pelo grazie all’azione districante. Il sottopelo potrà respirare più liberamente e non si formeranno nodi soprattutto in cani con il pelo medio-lungo.

🐩 Per quanto tempo bisogna spazzolare il proprio cane?

Il pelo va spazzolato con regolarità ma solo per il tempo necessario a rimuovere i nodi, la sporcizia e a districarlo. Per i cani a pelo corto potrebbero volerci pochi minuti. Un cane a pelo lungo richiederà più tempo, anche 20-30 minuti a seconda della grandezza del cane e di quant’è folto il suo mantello.

🐩 Si possono usare normali spazzole per capelli per spazzolare il pelo del cane?

In caso di necessità si possono usare dei pettini a denti medi che non siano appuntiti. Può essere utile per togliere corpi estranei ma è preferibile utilizzare prodotti specifici per le esigenze del mantello canino. Ci raccomandiamo anche di utilizzare un tocco leggero perché anche se non appuntito, potrebbe comunque irritare la cute del cane.

Fonti:

Clinica La Veterinaria: https://clinicalaveterinaria.it/it/no-alla-tosatura-la-funzione-termoregolatrice-del-pelo-del-cane/

Dott.ssa Marta Avanzi: https://avanzimorivet.it/index.php/home/cane/la-cura-del-pelo/

Eurekavet: https://www.eurekavet.it/la-muta-del-pelo-cane/

 

POSTA UN COMMENTO