Perche-il-cane-morde

Perché il cane morde?

Chiedersi perché un cane morde sarebbe come cercare di capire come mai gli esseri umani usano le mani per fare le cose più disparate, la bocca è il mezzo con il quale ogni quadrupede interagisce con il mondo e il fatto che la usi per afferrare un oggetto è del tutto naturale.

La prima cosa da fare è cercare di capire cosa si intende per morso, quando un cane si “morde” la coda non sta facendo altro che grattarsela e il motivo può essere un banale prurito o uno sfogo per stress o noia; certo, in alcuni casi possono essere così insistenti da provocarsi delle lesioni e ci troveremmo di fronte a un problema di tipo patologico, ma di solito si tratta solo di un momento buffo di cui non occorre preoccuparsi.



Il morso nel cucciolo

Il-morso-nel-cucciolo

Ogni cucciolo comincia la sua esplorazione del mondo per mezzo della bocca usandola su oggetti e su altri animali tra cui i suoi consimili, nella primissima fase della sua infanzia è fondamentale la presenza della figura genitoriale che ha il compito di moderare l’uso del morso come mezzo di comunicazione affinché non risulti socialmente inaccettabile e non porti, in seguito, a problemi relazionali.

E’ stato ormai dimostrato come una separazione precoce dalla madre porti più o meno regolarmente ad un uso improprio del morso creando diversi problemi sia nelle relazioni con gli esseri umani sia nella socializzazione con altri cani.

Un soggetto con queste problematiche può a buon diritto essere definito mordace e nel tempo le sue difficoltà sociali potrebbe portare a frustrazione e ad un’esacerbazione del sintomo ma di fatto non si tratta di un cane aggressivo, bensì di uno con problemi comportamentali derivati da un deficit infantile che, se identificato per tempo, può essere in buona parte corretto da esperti educatori o medici comportamentalisti.



Il morso nell’adulto

Il-morso-nelladulto

Spesso mi viene chiesto perché un cane morde i piedi del proprietario, le proprie zampe, l’aspirapolvere o il sedere e le mani della gente…. Non esiste una risposta standard per nessuna di queste domande, di certo non avviene per caso, ognuno di questi comportamenti avviene per un motivo e per scoprirlo bisogna poter osservare la situazione in cui avviene.

  • Mordere i piedi del proprietario potrebbe essere un modo per invitarlo al gioco oppure potrebbe dipendere da una strana attrazione per le nostre calzature o dipendere dall’odore che emaniamo, chi lo sa? Se estrapoliamo il gesto dal contesto in cui si svolge non sarà possibile intuirne la vera causa e poi bisogna prendere in considerazione anche l’intensità con cui viene portato a compimento…..
  • Un cane può mordersi le zampe per stress, noia o per motivi patologici; riguardo ad un aspirapolvere è plausibile pensare che il rumore emesso dall’elettrodomestico svolga un ruolo importante ma bisogna capire se l’incidente è avvenuto in un momento in cui stavamo invadendo lo spazio intimo del soggetto in esame o se eravamo dall’altra parte dell’abitazione e lui ha attraversato diverse stanze per poterlo aggredire.
  • In alcune razze da pastore è naturale usare gli incisivi per pizzicare qualcuno che si vuol far muovere ed è un’abitudine riscontrabile anche in cani non appartenenti a queste razze che potrebbero averlo imparato magari dalla madre nei primi mesi di vita; mettiamo di aver invaso lo spazio vitale di un cane capace di questo gesto, è possibile che lui decida di morderci per chiederci di spostarci, o magari vuole solo attrarre la nostra attenzione.
  • In altre razze utilizzate per il salvataggio e in molti molossi è un comportamento normale usare la bocca per trarre in salvo o anche solo per farsi seguire da qualcuno e, nel caso degli esseri umani, è frequente che l’appiglio scelto per questa manovra sia una mano.

Tutti gli esempi riportati qui sopra non fanno di un cane un soggetto aggressivo, al massimo possono essere sintomo di maleducazione o frustrazione o ancora di qualche patologia.



Ma allora perché i cani mordono?

perche-i-cani-mordono

Il cane è un predatore e l’uso del morso per aggredire e uccidere una preda di cui poi si nutrirà non è altro che la finalizzazione corretta di questa sua indole, ma quando parliamo dei nostri cuccioloni abituati a ronfare sui nostri divani, parliamo di soggetti che non hanno più questo tipo di motivazione e nel caso in cui affondino i loro denti con un morso trattenuto, di sicuro hanno un motivo ed è nostra responsabilità capire quale sia e impedire che ciò si ripeta.

Certo, anche tra i cani esiste una piccola percentuale di soggetti completamente fuori di testa che morde senza alcun preavviso e senza alcuna ragione (si tratta di soggetti difficilmente trattabili anche dai professionisti), ma nella stragrande maggioranza dei casi, il morso è motivato e viene preceduto da una serie di segnali di allarme che ci dovrebbero indicare che stiamo tenendo un atteggiamento indesiderato e che, se perpetuato, potrebbe portare ad una reazione estrema.




Il morso incontrollato è raro ed è una reazione estrema ad uno stimolo negativo e purtroppo molto spesso se ne fa una colpa al cane incriminato piuttosto che al responsabile di averla scatenata.

  • Invadere lo spazio intimo di un cane o la proprietà che lui sente di dover proteggere può far scattare l’istinto di difesa e guardia insito in molti, continuare a disturbarlo insistendo a stimolarlo come fosse un giocattolo può essere interpretata come una mancanza di rispetto che infastidirebbe chiunque.
  • Cercare di appropriarci di un giocattolo o del suo cibo potrebbe non essere una buona idea e rientrare tra le gravi violazioni che non vengono tollerate.

Certo, non tutti i cani reagiscono allo stesso modo, in fondo non sono delle macchine ma degli esseri viventi e il fatto che alcuni soggetti possano non considerare un affronto togliergli una pallina di bocca non vuol dire che siamo autorizzati a provarci con chiunque.

Inoltre lo stesso stimolo può provocare reazioni diverse in momenti diversi, se tirare due schiaffi durante un momento di gioco concitato viene considerato accettabile, non vuol dire che potremo fare lo stesso quando sta dormendo tranquillamente nella sua cuccia.

In conclusione

Ogni animale ha le sue regole che sono il risultato del connubio tra la sua genetica e l’educazione che ha ricevuto, questo fa sì che ogni quattro zampe sia un mondo a sé che ogni proprietario coscienzioso dovrebbe imparare a conoscere per evitare che possano avvenire fatti incresciosi le cui conseguenze più estreme sono quasi sempre a carico del colpevole finale di aver fatto il danno ovvero del nostro cane….

Se doveste mai trovarvi in difficoltà, convinti di possedere un cane mordace e di non sapere come poter affrontare la cosa, rivolgetevi ad un medico esperto in medicina comportamentale, potreste scoprire di avere un fantastico cucciolone che ha solo bisogno di essere capito e trattato nel modo che più gli si addice.



POSTA UN COMMENTO