Quanto-deve-mangiare-un-gatto

Meglio il cibo umido o il cibo secco? Quanto deve mangiare un gatto adulto? Queste e molte altre domande, sono transitate nella mente di chi possiede un gatto sterilizzato che vive in casa. Per quanto riguarda i grammi di cibo, l’ideale sarebbe 40 grammi al giorno, ma molto dipende naturalmente dal peso corporeo, dallo stile di vita e sicuramente da tanti altri fattori.

L’alimentazione di un gatto è diversa dall’alimentazione dei gattini e la quantità giornaliera deve essere pensata bene. Inoltre, meglio comprare cibo per gatti consigliato dai veterinari. Per saperne di più, vi consigliamo di continuare con la lettura.



Quanto cibo dovrei dare da mangiare al mio gatto? Le basi

Quanto-cibo-dovrei-dare-da-mangiare-al-mio-gatto-Le-basi

La risposta a “Quanto devo dar da mangiare al mio gatto” si basa su molte variabili, tra cui il peso in chili di un gatto e l’età di un gatto, indipendentemente dal fatto che tu stia dando da mangiare cibo per gatti umido o cibo per gatti secco, il livello di attività del gatto e se, nel caso di una femmina, lei è incinta o sta allattando.

Anche la marca di cibo che stai dando fa la differenza. Un cibo per gatti secco denso e di alta qualità conterrà più nutrienti in peso rispetto a un cibo di bassa qualità e quindi richiederà porzioni più piccole per fornire la stessa quantità di nutrimento per il tuo gatto.

Molti proprietari di gatti consentono ai loro gatti di accedere costantemente al cibo secco, integrato da cibo umido una o due volte al giorno. Una dieta con soli alimenti secchi non è necessariamente una cattiva dieta per animali domestici se stai dando alimenti di alta qualità, ma fa sì che il tuo gatto tenda a bere molta più acqua per compensare ciò che non sta assumendo col cibo umido mancante.

Quando dar da mangiare al gatto

Quando-dar-da-mangiare-al-gatto

Quando porti a casa un nuovo gatto, è importante continuare a dargli da mangiare la stessa quantità dello stesso cibo che era abituato a mangiare fino a quel preciso momento, quindi migrare gradualmente verso il tuo cibo e il tuo programma di alimentazione, nel caso tu abbia intenzione di seguirne uno per mettere magari a dieta un gatto un po’ sovrappeso, oppure per gestire i pasti poiché devi essere lontano da casa per diverse ore durante il giorno.

I gatti sono molto sensibili ai cambiamenti e un nuovo gatto dovrà affrontare un sacco di stress dovuto per esempio ad un nuovo ambiente che deve ancora esplorare a fondo e conoscere per bene, quindi mantenere il cibo e il programma coerenti faciliterà la sua transizione e terrà a bada il malessere intestinale.

Spesso non è facile accorgersi che un gatto sta passando un periodo di malessere e magari tendiamo a sgridarlo, mentre in realtà sta soffrendo. Sarebbe quindi sempre bene essere in grado di fornirgli tutta l’assistenza di cui ha bisogno e fare in modo che si senta a suo agio il prima possibile all’interno della sua nuova casa.

Dopo un periodo di “incubazione” sarai pronto a trasferire il tuo gatto verso il tuo cibo e il tuo programma, dovrai determinare quale tipo di cibo gli darai da mangiare (umido o secco o una combinazione) e utilizzare il conteggio delle calorie in ogni alimento, determinare quanto di quale tipo usare. Sembra un po’ complicato da seguire, ma dopo pochissimo tempo ci si abituerà con estrema facilità. Inoltre, anche il gatto troverà questa routine piacevole e ben presto avrà modo di godere di tutti i benefici che la nuova casa e il nuovo padrone potranno dargli.

Cosa dar da mangiare al gatto – cibo secco o umido?

Cosa-dar-da-mangiare-al-gatto-–-cibo-secco-o-umido

Un altro fattore importante nel rispondere “Quanto devo dar da mangiare al mio gatto?” è di fatto relativo a quanto stai effettivamente spendendo per il tuo gatto. Il fondamento di una dieta sana per gatti sono le proteine a base di carne come carne, pesce o pollame. Il cibo secco dovrebbe essere ricco di proteine animali e povero di proteine vegetali (che i gatti non sono in grado di digerire).

I carboidrati non dovrebbero costituire più del dieci percento del mix di ingredienti per alimenti per gatti. Da questo punto di vista vorremmo ricordare ancora una volta che i felini sono animali carnivori. Se voi siete vegani, buon per voi, ma non potete far seguire una dieta vegana o vegetariana ad un gatto. Potrà naturalmente assaggiare in piccole quantità alcune verdure e un po’ di frutta, ma dovrebbe tendenzialmente essere un’eccezione.

Gli alimenti umidi dovrebbero consistere prevalentemente di carne con il minor numero di sottoprodotti e riempitivi possibili. Proprio per questo motivo vi raccomandiamo di scegliere sempre un prodotto di qualità e non acquistare le bustine o le scatolette eccessivamente economiche. Al loro interno i nutrienti saranno pochi e non vale davvero la pena giocare con la salute del vostro adorato micetto.

Molto probabilmente il vostro gatto vi farà capire quale tipo di cibo gli piace di più. Non lasciatevi incantare dai suoi occhioni, perché se fosse per lui mangerebbe soltanto le bustine alle quali è più affezionato, non badando più di tanto ad un tipo di alimentazione sana.

Sarete voi a dover agire in tal senso e a farlo mangiare in maniera equilibrata, non dimenticando, di tanto in tanto, di fargli assaggiare qualcosa di particolarmente goloso, come premio per essersi comportato bene. Ricordatevi però che deve essere un premio e non una consuetudine, altrimenti rischierete di farlo ingrassare troppo e allontanarlo da quello che è il cibo buono per la sua salute.



Ti stai ancora chiedendo:” Quanto dovrei ancora dar da mangiare al gatto?” – alcuni calcoli

Ti-stai-ancora-chiedendo”-Quanto-dovrei-ancora-dar-da-mangiare-al-gatto”-–-alcuni-calcoli

Secondo l’Animal Medical Center di New York, un gatto adulto sano e attivo di 4 kg richiede circa 30 calorie per 450 grammi al giorno. Quindi, il gatto medio da 4 kg richiede circa 240 calorie al giorno.

In genere, il cibo secco contiene circa 300 calorie per tazza e il cibo in scatola contiene circa 250 calorie in ogni lattina da 170 grammi. (o, 125 per scatola da 85 grammi). Usando questi conteggi come guida, un gatto di 4 kg avrebbe bisogno di 4/5 di una tazza di cibo secco o appena meno di una lattina piena da 170 grammi di cibo umido al giorno. Puoi regolare le proporzioni in base al fatto che il tuo gatto preferisca alimenti più o meno secchi o umidi.

Se tendi a lasciare il cibo a disposizione del tuo gatto, ogni giorno dovresti misurare la quantità di cibo assegnata nella ciotola del cibo secco. Ciò riduce la quantità di cibo che diventa stantio e deve essere scartato. Ti aiuterà anche a monitorare quanto mangiano i tuoi gatti. Se devi portare un gatto malato dal veterinario, ti aiuterà nella diagnosi se riesci a identificare esattamente quanto mangia al giorno.

Dividere il cibo, durante l’arco della giornata, impedirà ai tuoi gatti di mangiare troppo. L’alimentazione a scelta libera è uno dei principali fattori che contribuisce all’obesità felina. Tuttavia, capiamo che talvolta non sia possibile fare altrimenti. In questo caso sarebbe bene calcolare la quantità di cibo da lasciare a disposizione del vostro gatto, per tutto il tempo che starete fuori casa. Molto probabilmente al vostro ritorno, il cibo non sarà finito, perché molto spesso ci si dimentica che i gatti adorano dormire più di quello che pensiamo.

Quanto spesso dar da mangiare al gatto?

Un altro fattore nel determinare “Quanto devo dar da mangiare al mio gatto” dipende da quanto spesso dai da mangiare al tuo gatto. E quanto spesso si dà da mangiare ad un gatto dipende da quanto tempo si passa in sua compagnia all’interno della propria casa. La maggior parte dei proprietari di gatti tende a dare il cibo ai loro gatti al mattino e alla sera e può o meno integrare tali alimenti con l’alimentazione di cibo secco durante il giorno, lasciato sempre a loro disposizione.

Un gatto che adora un determinato tipo di cibo tenderà a chiedervelo in maniera piuttosto insistente quando vi avvicinerete al luogo dove solitamente tenete il suo cibo. Questo perché associa il vostro gesto al momento in cui riceve da mangiare. Non lasciatevi conquistare dai suoi miagolii. Non sta morendo di fame, ma significa solamente che è un piccolo (o grande) ingordo e che di certo non si lascerebbe scappare l’occasione di fare un pasto extra o forse anche due!



Il cibo per il tuo gatto è sufficiente o troppo poco?

Per tutta la vita del tuo gatto dovrai modificare la sua dieta in modo che si adatti al cambiamento del metabolismo e alle esigenze alimentari. Senti la spina dorsale e le costole del tuo gatto. Se le costole e la spina dorsale si presentano in maniera piuttosto evidente attraverso la sua pelle, è troppo magro. Se non riesci a sentire le costole, il tuo gatto è probabilmente in sovrappeso.

Regola le sue porzioni di conseguenza. Nel caso in cui sia difficile capire se si abbia a che fare con un gatto eccessivamente magro o un gatto in sovrappeso, si può tranquillamente chiedere consiglio ad un veterinario di fiducia che provvederà a pesarlo e a suggerire eventuali cambiamenti all’interno della sua dieta.

Evitare che il tuo gatto diventi obeso è molto più facile che forzare un gatto obeso a mettersi a dieta. E renderà sia te che il tuo gatto molto più felici. Non vanno mai sottovalutate le possibili conseguenze che la salute del vostro gatto potrebbe dover affrontare nel caso in cui si trovi in uno stato di obesità.

I rischi sono davvero molto alti, probabilmente troppo alti, per non stare semplicemente un po’ attenti alla sua dieta. Fare in modo che la sua forma sia longilinea e felina, è un piccolo accorgimento che permetterà al vostro piccolo amico peloso di vivere in vostra compagnia ancora per tantissimi anni.

Domande frequenti

🐱 Quanto cibo secco devo dare da mangiare al mio gatto?

Se il cibo secco è a tutti gli effetti di buona qualità e ricco di nutrimenti sani, allora il gatto indoor ha bisogno solo di circa 1/3 – 1/2 tazza di cibo ogni giorno. La maggior parte degli alimenti di alta qualità ha circa 500 calorie per 200 gr di cibo.

🐱 Devo lasciare il cibo a disposizione del mio gatto di notte?

È bene lasciare fuori il cibo durante la notte perché i gatti sono animali notturni. Per via della loro origine selvaggia, i gatti di casa possono mostrare comportamenti notturni. Significa che dormono durante il giorno e diventano attivi di notte.

🐱 Un gatto smette di mangiare quando è sazio?

Cani e gatti sani possono scegliere di non mangiare per un giorno e non c’è nulla di sbagliato in loro. Possono sopravvivere. Se gli animali in sovrappeso o malati non mangiano, questo può essere un segnale preoccupante e sarebbe bene far visita ad un veterinario. Tendenzialmente i gatti sanno quando sono sazi.

POSTA UN COMMENTO