Miglior-Shampoo-per-Cani

Gli shampoo per cani sono prodotti molto importanti per la corretta igiene del nostro amico a quattro zampe ma non tutti sono uguali; alcuni contengono ingredienti specifici per il trattamento di alcune patologie cutanee o infestazioni da parassiti, altri sono pensati per trattare il pelo con tendenza a formare nodi, altri invece contengono ingredienti che potrebbero essere nocivi per il nostro cane.

Come sempre per fare la scelta giusta è importante avere una buona conoscenza dell’argomento e noi siamo qui per approfondire insieme il profumatissimo mondo degli shampoo per cani.

I Migliori Shampoo per Cani

Qual è il Miglior Shampoo per Cani?

Avevamo già parlato di toletta nell’articolo sui migliori profumi per cani e anche nell’articolo sulle spazzole per cani; il momento del bagnetto non è solo legato all’igiene, ci aiuta anche a coltivare il legame con il nostro amico animale. Anche in questo caso il mercato è letteralmente saturo di prodotti per la toletta, in particolare di shampoo, il che significa che scegliere il prodotto giusto per il nostro cane potrebbe richiedere parecchio tempo.

Proviamo a valutare insieme i prodotti più venduti online per identificare il miglior shampoo per cani sul mercato:

1. Shampoo per cani profumato The Healthy Dog Co

Uno shampoo per cani biologico e completamente naturale con un aroma fresco alla citronella, rosmarino e tea tree.  Ha ottime proprietà idratanti indicate per i cani che soffrono di prurito frequente. È un prodotto delicato sulla pelle, non irrita gli occhi né il naso, con una schiuma leggera molto facile da risciacquare. La sua formula elimina rapidamente i cattivi odori uccidendo i batteri. Contiene anche olio di jojoba e di aloe vera, piante molto note per le proprietà antiinfiammatorie ed emollienti.

2. Shampoo per cani bianchi Petpost

Questo shampoo è stato sviluppato appositamente per i cani dal pelo bianco. La sua formulazione elimina i segni di ingiallimento rendendo il manto candido e morbido. Ha un profumo fresco di golosissima anguria e fra i suoi ingredienti troviamo olio di cocco e aloe, che leniscono la pelle secca, irritata e desquamata del cane.

3. Shampoo per cani anti-odore Natural Derma Pet

Lo shampoo anti-odore Natural Derma Pet unisce una forte azione igienizzante al piacere di un prodotto da bagno con profumo vivace e fresco. È pensato per quei cani che hanno bisogno di un aiuto extra per eliminare il cattivo odore. Il prodotto rispetta il pH del cane e dona a mantello e cute un aspetto idratato, morbido, vigoroso.

4. Shampoo per cani professionale Groom Professional

Un formato grande per un’ottima convenienza, ideale per chi ha molti cani o cani grandi. Questo shampoo professionale di Groom Professional è a base di agrumi, ottimi alleati per rimuovere grasso e odori. E’ specifico per animali con pelle grassa e dall’odore forte che spazza via lasciando una profumazione fresca agrumata. Un ottimo rapporto qualità prezzo, efficace e funzionale.

5. Shampoo per cani rigenerante Menforsan

Lo shampoo per cani rigenerante Menforsan contiene estratti naturali di aloe vera che aiutano la pelle a rigenerarsi in presenza di irritazioni, punture d’insetto, escoriazioni, eruzioni cutanee, eczema, ecc… ha una profonda azione lenitiva e idratante, ideale per i cani con cute sensibile. Arricchisce il pelo grazie ai suoi ingredienti ricchi di agenti nutritivi rendendo il mantello morbido, forte ed elastico. È indicato per uso frequente.

6. Shampoo per cani anti-odore Pet Head

Pet Head è un’azienda che produce moltissimi prodotti specifici per la toeletta canina di ottima qualità e soprattutto ricchi di personalità. Le sue confezioni e le profumazioni naturali sono ricche di carattere, vivaci, non possono passare inosservati. Cruelty-free, sono adatti a tutti i tipi di cani. Questo particolare shampoo ha un’azione deodorante a base di agrumi che neutralizza gli odori lasciando il pelo vaporoso, fresco, brillante grazie anche agli estratti vegetali e alle proteine della soia. Consigliatissimo!

Perché è meglio usare uno shampoo per cani e non uno shampoo per umani

 

shampoo-per-cani

Pensiamola al contrario: vi sentireste a vostro agio ad utilizzare un prodotto specifico per cani? È chiaro che un prodotto per la pulizia del corpo (canino o umano) non sarà tossico per l’uso inverso ma ciò non significa che sia appropriato né tantomeno sicuro. Le esigenze di uomo e animale sono differenti, ecco perché ci sono prodotti “per cani” e non “universali”. Ma purtroppo l’idea spesso è che il mercato degli animali da compagnia sia lucrativo ed effimero, che tutti i prodotti per animali siano solamente una perdita di denaro e che un qualunque prodotto umano, magari neutro per neonati, andrà più che bene per il cane.

È una visione anacronistica questa, oltre che frutto di ignoranza in materia. Uomini e animali hanno esigenze specifiche molto diverse, a partire dal pH della pelle. Usare prodotti umani su un animale può andare bene una tantum in condizioni di emergenza ma l’uso prolungato e costante espone il nostro animale a conseguenze come infezioni, allergie, dermatiti…

Siamo proprio certi che il gioco valga la candela?

Se ancora non siete convinti, andiamo insieme ancora più in profondità nell’argomento:

  • Pelle e pH – La pelle è il nostro involucro protettivo, il nostro scudo contro l’esterno. Per poter funzionare bene questo scudo dev’essere in salute, integro, privo di parassiti. Le sue difese devono essere mantenute in salute con una corretta igiene usando prodotti che ne rispettino le sue caratteristiche uniche.

Si potrebbe pensare che la pelle sia sufficientemente coriacea da resistere a qualunque attacco ambientale ma non è così; la pelle e i suoi punti d’ingresso (i pori) sono attaccati quotidianamente da un’infinità di batteri e sono esposti a un’innumerevole serie di minacce, incluse le lesioni superficiali. Assicurarci di difendere la salute della pelle è una nostra responsabilità che avviene anche mediante l’uso di prodotti da toeletta adeguati sia ad annientare gli attacchi di batteri (con azione anti-batterica) che rispettosi del nostro pH.

Ma cos’è il pH? Immaginiamolo come uno strato protettivo che ricopre la nostra custodia naturale. La sua efficacia dipende dal corretto bilanciamento di basi e acidi sulla pelle.

Il pH della pelle del cane è molto più acido rispetto al nostro; utilizzando prodotti umani su un cane con il passare del tempo gli creerà lesioni, arrossamenti, spaccature, infezioni, allergie… Senza contare che i prodotti per umani non sono adatti a combattere le minacce esterne a cui sono esposti quotidianamente i nostri animali, a partire dai parassiti.

In situazioni di bisogno, occasionalmente, è concesso usare un sapone umano neutro e delicato oppure delle salviettine umidificate per neonati ma ricordiamoci che l’eccezione non deve costituire una regola.

  • Sensibilità della Pelle – la pelle umana è composta da diversi strati cutanei sovrapposti, cinque per l’esattezza. Se presi insieme otterremo fra le 10 e le 15 file di cellule epiteliali mentre invece la pelle del cane possiede solamente dalle 3 alle 5 file di cellule epiteliali, ciò significa che la loro pelle è più delicata rispetto alla nostra e utilizzare prodotti che contengono sostanze chimiche o ingredienti aggressivi possono facilmente rovinare la loro cute. Come abbiamo visto prima il risultato sarà evidente: arrossamenti, secchezza, desquamazione, lesioni, pruriti, sviluppo di allergie, e molto altro ancora.

Ora potreste pensare che stiamo dicendo delle sciocchezze visto che i cani ogni giorno entrano in contatto con ambienti dei più disparati senza farsi male o riportare lesioni della pelle ma è proprio qui che entra in gioco il mantello, non da supereroe… Ma peloso! Al contrario dei follicoli umani che producono peli singoli, i loro follicoli animali di solito producono peli a ciuffi che forniscono un’ampia protezione della pelle sottostante. Sfortunatamente quando gli facciamo il bagno l’umidità penetra facilmente all’interno dei follicoli che producono questi ciuffi e in un certo senso li intrappolano – questa è anche una delle ragioni per cui è molto difficile asciugare il mantello del cane quando è bagnato che non la nostra chioma fluente.

Quando facciamo il bagno al cane utilizzando uno shampoo, è più facile arrecare dei danni alla sua cute proprio perché in quel momento la cute è più sensibile. È dunque consigliabile utilizzare uno shampoo umano sul nostro cane? La risposta è ovviamente NO. Volete fare la prova del nove? Provate a lavare il cane con il vostro shampoo per capelli, sentirete immediatamente che il vostro Fido emanerà un odore tutt’altro che profumato. E potrete continuare a lavarlo ancora e ancora, sperando che prima o poi profumi di fragoline di bosco e rosa canina, come quella bella foto sulla confezione del flacone, tuttavia non succederà e anzi continuerà a peggiorare perché lo strato acido della pelle ormai è stato rovinato e i batteri si sono già impossessati del territorio.

Continuando lavare il cane con un prodotto umano non permetteremo allo strato acido della pelle di rigenerarsi e presto vedremo che Fido inizierà a grattarsi incessantemente, come se fosse ricoperto di pulci, mentre invece è solo colpa del nostro shampoo.

Come scegliere il miglior shampoo per cani

Miglior-Shampoo-per-Cani

Adesso che abbiamo spiegato nel dettaglio perché non dovremmo mai utilizzare prodotti umani per lavare il nostro cane, andiamo a scoprire come fare a scegliere uno shampoo per cani adatto al nostro amico a quattro zampe:

Tipo di pelle del cane – come prima cosa diamo un’occhiata accurata alla sua pelle: se notiamo delle zone secche, arrossate, desquamante, se il nostro cane si gratta spesso, sarà consigliabile orientarci verso una formula delicata. Uno shampoo troppo aggressivo potrebbe peggiorare le irritazioni cutanee di cui già soffre al contrario di un prodotto delicato che lo aiuterà a ristabilire gli oli naturali della pelle, lentamente neutralizzando pruriti e arrossamenti. Nel caso in cui il nostro cane soffre di pelle sensibile faremmo bene ad orientarci su prodotti naturali a base di avena, con vitamina E e/o miele, ingredienti molto efficaci nell’andare a lenire i fastidi dovuti all’ipersensibilità della cute.

Presenza di pulci o zecche – gli animali che hanno infestazioni da parassiti hanno bisogno di un prodotto che contenga ingredienti specifici in grado di ucciderli.  Pulci e zecche, così come altri parassiti, provocano nell’animale numerosi problemi di salute dalla semplice irritazione cutanea a problemi più seri con febbre, anemia, ecc… Cerchiamo uno shampoo specifico per il tipo di infestazione da cui è stato colpito nostro cane e se necessario rivolgiamoci al nostro veterinario di fiducia. Inoltre è sempre raccomandabile unire a questo tipo di prodotti l’utilizzo di soluzioni topiche antiparassitarie, argomento che avevamo già ampiamente trattato nel nostro articolo sui migliori collari antipulci per cani.

Età del cane – proprio come per noi esseri umani anche nella scelta dei prodotti per i nostri animali dobbiamo regolarci in base all’età. Se, per esempio, la nostra palla di pelo è solamente un cucciolo ci dovremo munire di un prodotto “per cuccioli”. Questo perché i prodotti per adulti possono contenere concentrazioni troppo aggressive che rischierebbero di irritare la pelle del nostro cagnolino, ancora troppo sensibile e delicata. Dovremo fare anche attenzione agli occhi, anche in questo caso l’aggressività del prodotto per adulti potrebbe creare arrossamenti, irritazioni e bruciori molto fastidiose per il piccolino. Oltre agli effetti indesiderati di tipo fisico, che comunque scompariranno nell’arco di poco tempo, che il rischio che l’esperienza sgradevole legata a questi sintomi inneschi nell’cucciolo la paura del bagnetto, trasformando un momento necessario, giocoso, affettuoso, in un vero incubo per le volte seguenti.

Alternative veloci: shampoo secco e salviettine umidificate – può capitare di trovarci nella necessità di fare il bagno al nostro cane ma di essere lontani da casa, di non avere accesso a saloni di bellezza per cani, anche solo di sorgenti d’acqua pulita con cui dare una lavata veloce al nostro cucciolone. Potrebbe capitare durante la passeggiata, in vacanza, in auto… Avere un cane è più o meno come avere un bambino molto piccolo: le emergenze capitano e tendono a capitare nei momenti e nei luoghi meno opportuni. A questo punto cosa possiamo fare?

Potremo usare (a scelta) due prodotti molto pratici in questo genere di situazioni: shampoo secco e salviettine umidificate! Solo prodotti facilmente reperibili, dal costo generalmente contenuto, la cui efficacia è paragonabile in tutto per tutto a quella di uno shampoo tradizionale. Spesso sono confezioni poco ingombranti pensate appositamente per la borsa, proprio perché molto utili quando siamo fuori casa. Anche in questo caso dovremo scegliere prodotti specifici per cani, per rispettare il pH della sua cute, per pulire a cuore leggero anche le aree più sensibili del suo corpo per esempio il muso, le aree genitali, ecc… Mi raccomando, verifichiamo che siano privi di alcol.

Problemi dermatologici – nel caso in cui il nostro cane abbia la pelle compromessa per qualche condizione particolare, ci dovremo far consigliare dal nostro veterinario di fiducia per scegliere un prodotto sicuro che molto probabilmente dovrà rispettare le esigenze mediche. Sconsigliamo vivamente di seguire ricette fai da te a base di ingredienti naturali e oli essenziali, soprattutto se la pelle evidenzia delle lesioni o siamo in presenza di allergie, gli effetti indesiderati potrebbero addirittura peggiorare l’irritazione costringendoci a somministrare farmaci.

Prodotti per la muta – la muta stagionale è un fenomeno naturale che serve per rinnovare il pelo. I proprietari di cani a pelo medio-lungo conoscono questo fenomeno fin troppo bene… Peli, peli ovunque, matasse di pelo che rotolano come cespugli nei film western per il soggiorno, peli sui vestiti, peli nel cibo, peli, peli, peli… Forse questo scenario è un pochino esagerato ma a noi proprietari di animali piace molto riderci su. Alcuni shampoo hanno formulazioni specifiche per il ricambio di pelo, alcune in grado di ridurre la quantità di peli persi per cane. Inoltre contengono spesso ingredienti che migliorano il mantello del cane, rendendolo più forte e sano. Un’ottima idea sarà abbinare l’utilizzo di spazzole o di cardatori con cui aiutare l’animale nel ricambio naturale del pelo morto, stimolando i follicoli e la circolazione.

Presenza di nodi nel pelo – il nostro cane è incline a sviluppare nodi nel pelo potremo abbinare allo shampoo un balsamo con azione districante. Il prodotto aiuterà a ripristinare il giusto equilibrio negli oli naturali del pelo, evitando la formazione di nuovi nodi e facilitando il passaggio della spazzola. In presenza di una situazione particolarmente “intricata”, rivolgiamoci a un tolettatore Può darsi che l’unica soluzione quella prima volta sarà rasare il pelo annodato che comunque ricrescerà nel giro di poco tempo. In questo caso facciamoci consigliare un prodotto specifico per il suo tipo di pelo, così da potercela prendere cura quotidianamente nel migliore dei modi.

Balsamo – come dicevamo nel paragrafo precedente, il balsamo è formulato specificatamente per ripristinare di oli naturali del mantello del cane lasciandolo morbido, vaporoso, e lucido come la seta. I principi attivi contenuti negli ingredienti del balsamo in genere hanno un’azione prolungata che facilitano la spazzolatura quotidiana anche diversi giorni dopo la sua applicazione.

Ingredienti da evitare negli shampoo per cani

shampoo per cani bio

Uno degli aspetti fondamentali quando scegliamo uno shampoo per il nostro cane è la sicurezza del prodotto. Sfortunatamente alcuni marchi usano ingredienti molto aggressivi che innescano reazioni violente nel cane, ecco perché è importante saper riconoscere tutte le sostanze da evitare quando leggiamo l’etichetta di un prodotto per l’igiene del nostro animale.

Conservanti – sappiamo tutti che gli conservanti sono delle sostanze che vengono aggiunte a dei prodotti deperibili, alimentari o meno, per prolungarne la vita. Purtroppo non sono pochi gli studi che rivelano come alla lunga questi additivi si rivelino nocivi per la salute. Una delle sostanze più comuni è la formaldeide, tristemente nota per le sue ripercussioni su cervello e spina dorsale.

Tuttavia è altamente probabile che non troverete scritto “ formaldeide” sul retro delle confezioni ma una lista di sostanze chimiche che rilasceranno o daranno vita alla formaldeide. Alcune di queste sono:

  • Diazolidinyl urea
  • Imidazolidinyl urea
  • 2-bromo-2-nitropropane-1,3-diol (o Bronopol)
  • Sodium hydroxymethylglycinate (Idrossimetilglicinato di sodio)
  • DMDM hydantoin (Idantoina DMDM)
  • Quaterium-7, -15, -31, 61

Un altro conservante a cui prestare attenzione sono i Parabeni come il Metilparabene, il Propilparabene e il Butilparabene. Queste sostanze distruggono gli estrogeni e alla lunga possono compromettere il sistema riproduttivo dei nostri amici cani, inoltre sono strettamente collegati alla comparsa di alcuni tipi di tumore.

Anche il Benzoato di sodio è un conservante molto comune. Preso da solo non è anche troppo pericoloso ma quando viene mescolato con la vitamina C, con l’acidoascorbico o con l’acido ciclico, si innesca una reazione chimica che porta alla formazione del benzene. Ed ecco il problema: il benzene è tristemente noto per essere uno dei maggiori responsabili nello sviluppo della leucemia e di altre patologie gravi del sangue.

  • Solfati – i solfati sono ingredienti comunemente utilizzati nella realizzazione di shampoo e di altri prodotti per l’igiene e la pulizia “con le bolle”. È pensiero comune che i maggiori sono le bolle prodotte da un detergente e migliore sia la sua azione pulente. I solfati si attaccano al grasso e allo sporco presenti sul pelo, lo avvolgono e lo eliminano facilmente. Purtroppo queste sostanze causano secchezza della pelle, prurito, rossori… sono anche molto reattive sia al diossano (dioxane) che all’ossido di etilene (ethylene oxide), entrambi note sostanze cancerogene. L’Etilene interferisce anche nella crescita e nello sviluppo dei tessuti e della salute del sistema immunitario. È anche un noto allergene.
  • Etanolammine – se sull’etichetta del prodotto leggete nomi che terminano in –etanolammina, state lontani come la peste perché sono sostanze cancerogene molto pericolose. Molto spesso vengono abbreviate con le sigle MEA, DEA e TEA.
  • Coloranti e fragranze artificiali – fragranze artificiali e coloranti sono additivi purtroppo molto comuni nei prodotti di bellezza. Uno degli ingredienti più diffusi (ma che difficilmente troverete dichiarato sulle etichette) sono gli ftalati, sostanze utilizzate per unire insieme le diverse molecole delle fragranze. Senza gli ftalati non c’è modo che un prodotto come lo shampoo conservi nel tempo il suo profumo originale senza perderne di intensità. Purtroppo gli ftalati sono anche molto nocivi per gli ormoni.

Il coloranti artificiali, invece, sono per lo più sottoprodotti del petrolio che si ritiene siano strettamente collegati allo sviluppo di reazioni allergiche, malformazioni neonatali, tumori, ecc…

Come lavare efficacemente il proprio cane

Ammettiamolo: fare il bagno al cane può essere un’attività sfiancante ma noi siamo qui per darvi qualche consiglio utile per rendere l’esperienza più divertente e meno laboriosa:

  • Coinvolgiamo il nostro amico peloso in un’attività ludica, portiamolo a fare una corsa o facciamolo giocare al riporto. Lo scopo è farlo stancare per fargli scaricare le energie in eccesso ed essere più rilassato al momento del bagnetto.
  • Spazzoliamo a dovere il pelo prima di lavarlo. Se rimuoviamo tutti i nodi prima di immergerlo nella vasca sarà più facile usare lo shampoo; le nostre mani scivoleranno nel pelo (e nel sottopelo) molto più liberamente.
  • Proteggiamo le orecchie in modo che non entri l’acqua. Possiamo semplicemente tapparle con una mano quando passiamo la doccia e “strizzarle” subito dopo averle lavate.
  • Controlliamo la temperatura dell’acqua che non deve essere troppo calda o troppo fredda ma tiepida.
  • Sciacquiamo bene l’animale dai residui di sapone per evitare che si depositino sulla pelle con il rischio di causare irritazioni. È buona norma sciacquare il pelo almeno 3 volte.
  • Diamo sempre una ricompensa al cane alla fine del bagnetto. Complimenti, ricompensa e magari un po’ di gioco o qualche coccola sono rinforzi positivi che renderanno l’esperienza del bagno ancora più piacevole nei suoi ricordi.

Domande frequenti

🐶 1. Posso usare uno shampoo per umani per lavare il mio cane?

Gli shampoo per umani possono andar bene in una situazione d’emergenza (delicati, per bambini) ma non sono assolutamente indicati per l’uso prolungato e non devono essere sostituiti a prodotti detergenti specifici per cani. Il problema è legato al pH della pelle canina che è acida rispetto a quella dell’uomo. I nostri prodotti gli causerebbero irritazioni, allergie, dermatiti e altre reazioni indesiderate anche più gravi.

🐶 2. Va bene uno shampoo per bambini per lavare il cane?

Anche nel caso di prodotti neutri o estremamente delicati la risposta è NO. Possono essere una soluzione tampone da usare in condizioni di emergenza ma nella quotidianità dovremo inderogabilmente utilizzare uno shampoo per cani di buona qualità che sia, inoltre, adatto alle esigenze specifiche del nostro animale.

🐶 3. Quante volte dovrei fare il bagno al cane?

Almeno una volta al mese se il cane è in salute e privo di condizioni della pelle o del pelo. Per lavaggi più frequenti potremo usare prodotti privi di sapone per evitare di seccare la pelle. Salvo dove specificatamente richiesto dal veterinario, non laviamo il cane più di una volta alla settimana.

🐶 4. Quali saponi sono sicuri per i cani?

Tutti i saponi naturali a base di piante, le saponette di glicerina o le soluzioni con profumazioni naturali specifiche per cani sono sicure per il nostro amico peloso. Il sapone di Marsiglia e le saponette di glicerina pura non compromettono l’integrità dello strato oleoso che ricopre il mantello e la cute del cane e sono ottimi detergenti.

🐶 5. Quale prodotto da bagno posso usare per ridurre l’odore del cane?

Il bicarbonato è un ottimo assorbente e infatti lo usiamo comunemente per assorbire gli odori del frigorifero. Possiamo spargere un pochino di bicarbonato nel pelo, una leggera sfarinata, senza esagerare. In ogni caso sarebbe preferibile evitare di seguire rimedi fai da te oggi molto diffusi in rete e affidarci a prodotti specifici come acqua profumate o profumi per cani. Inoltre è importante sottolineare che una corretta igiene del pelo, dei denti e una sana alimentazione possono ridurre se non eliminare del tutto i problemi di cattivo odore del cane.

POSTA UN COMMENTO